Provincia. La seduta si aggiorna

Durante il consiglio, l’addio di Perrone

Dopo aver discusso alcune interrogazioni presentate dai consiglieri, Giovanni Pelegrino ha accolto la proposta del consigliere Farì di aggiornare il consiglio provinciale in merito alla Relazione annuale del difensore civico. Se ne discuterà quando tutti saranno a conoscenza del materiale

Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia, richiama l’intero territorio ad un vero e proprio patto di solidarietà sulla questione rifiuti. E’ quanto emerso dai lavori del consiglio provinciale di ieri. L’argomento è stato sollevato perché indicato, tra i punti di criticità, dal difensore civico nella sua relazione all’ordine del giorno del Consiglio. La seduta si è aperta con il saluto del presidente del Consiglio Provinciale, Sergio Bidetti, al reporter Gabriele Torsello, presente in aula, e gli auguri ai consiglieri ed assessori provinciale che sono stati impegnati nella campagna elettorale per le Amministrative 2007 (Paolo Perrone, Luigi Calò, Francesco Farì, Loredana Capone, Salvatore Capone, Cosimo Durante, Donato De Mitri, Mario Pendinelli e Roberto Martella) ai quali si è unito anche Giovanni Pellegrino auspicando, in particolare, un rapporto nuovo tra Comune capoluogo e Provincia di Lecce. Il neo eletto sindaco di Lecce, Paolo Perrone ha reso nota la decisione di dimettersi da consigliere provinciale, ha assicurato che non mancherà la sua attenzione verso l’ente di Palazzo dei Celestini ed ha augurato un buon lavoro a Renato Stabile, consigliere provinciale che gli subentrerà. Successivamente, il consiglio provinciale ha preso in esame le interrogazioni riguardanti la sistemazione della strada provinciale Miggiano-Taurisano (Margarito); la realizzazione, da parte di Alba Service, di un sistema informatico per la gestione del patrimonio immobiliare scolastico della Provincia (Gabellone), la sottoscrizione di nuove azioni nell’ambito dell’aumento di capitale della Stp (Gabellone). Prima di affrontare la discussione sulla Relazione annuale del difensore civico, il consigliere Francesco Farì ha chiesto il rinvio della seduta per consentire a tutti di approfondire l’argomento per poi affrontare con maggiore serenità le questioni poste da Giacinto Urso. Il presidente Pellegrino si è dichiarato favorevole al rinvio della seduta che è stata decisa con 19 voti favorevoli e sei contrari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!