Casarano aspetta Rosato

Appuntamento alle ore 15

La visita di Ettore Rosato, sottosegretario all’Interno, è particolarmente attesa Casarano perchè potrebbe dare il via al riconoscimento di presidio autonomo alla caserma dei pompieri

Ettore Rosato (Margherita), sottosegretario all’Interno, titolare della delega al Dipartimento dei Vigili del Fuoco, sarà oggi a Casarano (ore 15) ed incontrerà il sindaco Remigio Venuti e gli amministratori. La sua visita è particolarmente attesa perché potrebbe dare il via al riconoscimento di presidio autonomo alla caserma dei pompieri, situata nella zona industriale. Il rappresentante del Governo, infatti, accompagnato dagli amministratori locali, visiterà il distaccamento dei Vigili del fuoco che, com’è noto, è formato solo da personale volontario. L’occasione della visita del sottosegretario Rosato ha vivacizzato il dibattito sulla caserma dei pompieri. L’Udc, partito della minoranza di centro-destra, ha diffuso un comunicato stampa – firmato dal consigliere comunale Francesco Ferrari e dal segretario cittadino Giuseppe Augusto Nuccio – con il quale difende il lavoro dei volontari. “I vigili volontari non sono degli improvvisati cittadini muniti di secchielli d’acqua, gavettoni e baschetti che usano per gioco – si legge nella nota – ma vengono selezionati a seguito di un corso che li professionalizza; si differenziano dai permanenti solo per il fatto di percepire degli emolumenti subordinati all’intervento e non uno stipendio mensile. La richiesta di stabilizzazione del distaccamento, che siamo certi sarà portata avanti con la dovuta forza dal sindaco della città – prosegue l’Udc – avrebbe maggior sostegno se avessimo creato una struttura di proprietà comunale invece di fondare la richiesta sulla disponibilità di un immobile non comunale, nel senso proprio del termine, che costa 31.500 euro all’anno ai cittadini e che, a dir del vero hanno da lamentarsi del volontariato dei Vigili del Fuoco. Non vorremmo – concludono i due esponenti politici – che si fondasse la motivazione della soppressione definitiva di tale distaccamento, per crearne un altro, stabile, non certo a Casarano”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!