Come favorire lo sviluppo dell’imprenditorialità

Parte il progetto Mediatore Interculturale nell’ambito del Por Puglia – Misura 5.3

L’amministrazione comunale di Lecce ha finanziato 20 progetti per sostenere la piccola impresa in ambito urbano. Obiettivi principali sono la riduzione della disoccupazione e l’integrazione dei soggetti svantaggiati

Con l’avvio del programma di formazione e creazione d’impresa denominato “Mediatore Interculturale” è partito il percorso dei 20 progetti finanziati dall’amministrazione comunale di Lecce nell’ambito del Por Puglia – Misura 5.3 – azioni formative e piccoli sussidi – azione b): Sostegno alla piccola impresa in ambito urbano (“de minimis”) – Linea di intervento n. 3: Laboratorio di idee imprenditoriali. Progetto integrato di formazione e creazione di impresa. “L’obiettivo – ha sottolineato Paolo Perrone, vicesindaco – è la creazione di percorsi di formazione, consulenza e assistenza, al fine di favorire lo sviluppo dell’imprenditorialità nel settore dell’economia sociale, dei servizi connessi alla fruizione dei beni ambientali e culturali, dei servizi creativi e innovativi, anche attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie. Prosegue così lo sforzo dell’amministrazione comunale, iniziato con il progetto Urban per la rivitalizzazione del centro storico e proseguito con la Misura 5.3, per la riqualificazione economica del centro urbano e per il sostegno all’imprenditorialità al fine di contribuire alla riduzione della disoccupazione e all’integrazione dei soggetti svantaggiati”. I progetti avviati sono Lecce Turismatica (Comune di Tuglie), Guida turistica specialistica (associazione Arcadia), Mediatore interculturale (Cnipa Puglia di Lecce), Nuove opportunità imprenditoriali nel turismo (Azienda Speciale Srl), Business Mentoring (Adsum), Lecce Città Universitaria (Università degli Studi del Salento – Dipartimento di Studi Giuridici), [email protected] (A.Se.Si.), cooperativa Amica Famiglia e KinderGarden (Confartigianato formazione), Impresa Servizi Beni Culturali e Ambientali (Uni.versus), Impresa Settore Archiviazione Digitale (associazione Formazione Salento), Servizio Teleanziani (consorzio Informdata), Creazione di impresa nel settore dei sitemi di sicurezza e home automation (CDO – formazione), Animazione percorsi naturalistici culturali ambientali (Kattedra), Ipso settore turistico (Scuola Edile), Progettazione, valorizzazione e gestione di parchi naturali (Università degli Studi del Salento -Dipartimento di Studi Aziendali), Media.mentor (A.I.P.E.), Cooperare nel sociale (Istituto “Deledda”), Turismabile (Istituto “Calasso”), Crea… Ti Settore Moda (Istituto “De Pace”), Mediatore territoriale per il turismo (Liceo “Da Vinci”).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!