La Provincia al giro di boa

Un incontro per il resoconto di metà mandato

Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia di Lecce, presenta i risultati conseguiti in due anni e mezzo di governo dell'ente provinciale

“Giro di boa: 30 mesi di governo della Provincia di Lecce. Giugno 2004 – Dicembre 2006”: è questo il tema dell’incontro che si svolgerà sabato 31 marzo, nell’auditorium del museo provinciale “Sigismondo Castromediano” a Lecce, nel quale il presidente Giovanni Pellegrino presenterà un resoconto dell’attività e i risultati dei primi 30 mesi del suo governo della Provincia di Lecce. “Giunti a metà di un cammino – ha dichiarato – è utile volgersi indietro per considerare la strada percorsa. Ciò consente di cogliere il senso di una complessiva esperienza ed accogliere anche eventuali suggerimenti di correzioni di rotta e, comunque, precisare la strada che resta ancora da percorrere con i suoi esiti finali. E’ in questa logica che, giunti a metà consiliatura, mi sembra opportuno dar conto dell’attività di questa amministrazione provinciale dal suo insediamento. Si tratta – ha continuato – di 30 mesi di governo della nostra Provincia, nei quali ognuno di noi si è speso per onorare la fiducia ricevuta dagli elettori e per adempiere a precisi compiti istituzionali. Senza enfasi, rilevo che i risultati ottenuti non sono di poco conto e costituiscono il punto di un’intesa forte tra amministratori e personale. Siamo in presenza – ha concluso – di risultati transitori, che devono costituire un punto di partenza per un impegno ancora maggiore, nell’interesse del territorio e dei cittadini salentini”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!