Gallipoli. Frana la strada

Paura in città

Si apre una voragine di 20 metri in via Firenze ed ingoia tre auto parcheggiate. Nessun danno ai residenti. Che ora hanno paura. Qualcuno ha passato la notte fuori

Tutto sommato, il bilancio di sole tre auto andate distrutte è positivo. Ieri, infatti, la città di Gallipoli ha vissuto momenti di vero panico. Sarebbe potuta essere una tragedia. Alle ore 19 del pomeriggio un cratere profondo 20 metri e largo altrettanto si è aperto in via Firenze inghiottendo tre auto parcheggiate. Ma nessuno passava di lì. Pericolo scampato per i cittadini, insomma. Ma la paura è stata tanta. In effetti il fatto era stato preannunciato dallo sprofondamento di circa 10 centimetri di un tombino collocato in quella strada. Ma la cosa era stata presa sotto gamba. Poi le piogge degli ultimi giorni hanno accelerato il processo. La zona di via Firenze infatti ha un sottobosco di cave su cui successivamente si sono costruite strade, case e servizi, forse in modo non proprio oculato. I residenti però non sono tranquilli. Alcune delle otto famiglie che abitano la palazzina “Mauro” hanno preferito passare la notte fuori.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!