Dell’Anna: “Porto Ria in tribunale”

Provincia e conflitto di interessi. Tutti contro tutti

Lorenzo Ria, consigliere provinciale, l’ha chiamata in causa nel suo discorso in consiglio alludendo a favoritismi nella sua assunzione a palazzo dei Celestini. Ora lei, Valeria Dell’Anna, consigliera comunale di Lecce e dipendente della Provincia, gli chiede i danni davanti al tribunale civile

“Nel suo discorso in consiglio provinciale, Ria mi ha chiamata in causa, parlando di favoritismi nella mia assunzione da parte dell’amministrazione di Pellegrino”. Sono parole di Valeria Dell’Anna, consigliera comunale di Lecce e dipendente della Provincia, chiamata in causa da Lorenzo Ria, consigliere provinciale della Margherita, durante il suo discorso in consiglio. “Considero diffamatorio – continua Dell’Anna – quanto affermato con temeraria leggerezza e approssimazione dall’onorevole Ria. Comunico di aver conferito mandato al mio legale per citarlo davanti al tribunale civile di Lecce per il risarcimento del danno procurato dalle affermazioni false e denigratorie della mia persona da lui rese nel dibattito svoltosi in consiglio provinciale in seduta pubblica e trasmesso in diretta da tutte le emittenti locali. Ribadisco – conclude – che è sufficiente un obiettivo e sereno esame degli atti per verificare l’assoluta e totale legittimità della mia posizione lavorativa”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!