Differenziata porta a porta ok. Ma ai Ds non basta

Ore 18 presso l’auditorium comunale. Si discuterà di raccolta differenziata

L’esperimento di raccolta differenziata di rifiuti nella contrada Pietra Bianca di Casarano, partito lo scorso settembre, ha dato ottimi risultati. Lo hanno fatto sapere i tecnici della ditta Geotec che gestisce il servizio. Ma i Ds non sono soddisfatti: “Bisogna estendere il servizio”

Il periodo sperimentale della raccolta differenziata porta-a-porta a Casarano ha ottenuto risultati eccellenti. Nei primi quattro mesi del nuovo servizio, che viene svolto nel quartiere-pilota di “Pietra Bianca” dal 1° settembre 2006, la quota di differenziata ha raggiunto il 33% dei rifiuti totali. I tecnici della “Geotec Ambiente”, la ditta che gestisce il servizio, ha rivelato che la quota di differenziata aumenta costantemente mese dopo mese (in dicembre, ultimo mese rilevato, la quota è salita al 36%). Ai Democratici di Sinistra, però, gli ottimi risultati conseguiti non bastano e questa sera, durante un convegno, illustreranno un pacchetto di proposte da presentare all’amministrazione comunale. La prima cosa da fare, secondo i diessini locali, è estendere il sistema della raccolta differenziata porta-a-porta anche al resto della città, un progetto già programmato dall’esecutivo cittadino ma che sembra abbia difficoltà a realizzarsi; dotare le aree extraurbane maggiormente popolate di cassonetti per la differenziata; realizzare un’isola ecologica dove conferire rifiuti particolari (batteria auto, contenitori di vernici ecc.). Quindi schiacciare l’acceleratore sulla sensibilizzazione e sull’informazione: coinvolgere gli istituti comprensivi in progetti rivolti a sensibilizzare i bambini sull’importanza della materia; istituire la “Giornata per Casarano pulita” con iniziative di volontariato volte a pulire aree della città particolarmente sporche; effettuare incontri periodici sul tema nei quartieri; informare la cittadinanza dell’andamento della raccolta. Al convegno (ore 18, Auditorium comunale), il cui tema è “Raccolta differenziata: una risorsa per il futuro”, organizzato dalla sezione cittadina della Quercia, interverranno tecnici della “Geotec Ambeinte”, Sergio Abruzzese, assessore all’Ambiente, e alcuni residenti di “Pietra Bianca” che parleranno della loro esperienza e degli eventuali problemi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!