Copertino. In un anno 298 incidenti sul lavoro

Allarme lavoratori a rischio

Preoccupa il dato relativo alla scarsa sicurezza dei lavoratori, che emerge dai resoconti della Polizia municipale relativi all’attività svolta nel corso del 2006

Il dato più preoccupante è quello relativo agli infortuni sul lavoro: ben 298 in un anno, praticamente uno al giorno. Lo ha reso noto Luigi Straniero, comandante dei vigili urbani di Copertino. Si tratta di dati che fanno riferimento all’attività svolta dalla polizia municipale di Copertino nell’arco di un anno. Tra le denunce, otto sono state inoltrate alla Procura della Repubblica del tribunale di Lecce per gravi infortuni. Sembra dunque che gli interventi per sensibilizzare l’opinione pubblica, non ultimo quello di Giorgio Napolitano, presidente della repubblica, nel suo discorso di fine anno, siano stati inascoltati. Ma dai verbali emessi dalla Polizia altri dati si possono evincere. Ad esempio: nell’intero 2006 sono stati redatti 1609 verbali per violazione del codice della strada e 24 mezzi sono stati sequestrati. Gli incidenti sono stati 76, uno ogni cinque giorni, e i documenti ritirati otto. In ambito di edilizia ed ambiente, sono emersi 18 reati per costruzione abusiva di immobili; cinque di queste strutture trovate non in regola sono state demolite. Numerosi sono stati anche i controlli eseguiti presso i commercianti: 675 in tutto. Il totale dei controlli ha portato alle casse comunali entrate per 87mila euro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!