Il Salento profuma di terra

Un viaggio intimo nel cuore della terra salentina

Nella cornice di Villa Diana, Elio Scarciglia presenterà giovedì 25 gennaio il suo ultimo lavoro “Odore di terra”. Ma la serata continuerà con tanti appuntamenti ed ospiti d’eccezione

Nella splendida location di Villa Diana a Lizzanello giovedì 25 gennaio, a partire dalle ore 20, prende il via una serata dedicata all’ultimo lavoro di Elio Scarciglia: “Odore di terra”, che si avvale della presenza di Toni Candeloro, Laura Nascosto, Enza Pagliara, Antonio Muci, Cinzia Villani, Sandro Greco ed altri e della voce di Azzurra De Razza. Un viaggio intimo, Odore di terra, alla scoperta di aspetti che la terra salentina regala solo al viaggiatore amante. Il Salento raccontato attraverso la poesia della sua luce, le nette ombre e le pietre che parlano di antichi ricordi. Un viaggio sottolineato dall'ispirato testo di Marina Manieri che parla di nonni dal viso consumato dal sole, dal vento e da duri mestieri, di corse fra i campi e di “amori bambini giocati tra l’erba”. Un Salento da sogno con il timore di svegliarsi. Di seguito Marina Manieri intratterrà i presenti parlando della poesia di Michele Caccamo, calabrese di Taurianova, scrittore di teatro e poeta. “La stessa vertigine la stessa bocca”, editato dalla casa editrice Manni gode della prefazione di Raffaele La Capria che scrive: “In queste poesie gli accostamenti, le cesure, le metafore, sono nude e ardite, hanno un taglio moderno, novecentesco, a volte sono ermetiche nella loro estrema concisione. E una insopprimibile malinconia, una rarefatta malinconia metafisica, ci arriva come una musica nascosta” Sarà presente l'autore e Dona Amati, coautrice insieme a Michele Caccamo di “Il pomo e la mela” edizioni Lietocolle La serata continuerà con l’intervento del giornalista Stefano Perrucci, napoletano di nascita, milanese part time, argentino d’adozione, nella vita praticante avvocato e pubblicista. Amante di viaggi, letteratura latinoamericana, jazz nostrano e d’importazione e delle milonghe di Napoli e Buenos Aires, oltre che amico del Salento, che resta sempre e comunque uno di quelli che Stefano ama definire i luoghi dell’anima. Info: 320 1532619 email: [email protected] sito: http://www.elioscarciglia.it/

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!