Pari opportunità. Anci incontra la Regione

Il difficile compito di conciliare vita e lavoro

Ottimizzando i tempi destinati al lavoro, le donne riuscirebbero a trovare il giusto spazio per una propria crescita personale sia sul piano culturale che sul piano sociale. Con questa convinzione Anci Puglia partecipa al dibattito regionale sulle Pari opportunità

L’Anci Puglia ha partecipato lo scorso martedì ad un incontro che si è tenuto presso l’assessorato alla Solidarietà sullo schema di legge regionale di attuazione della legge n. 53 del 2000 sulle pari opportunità di genere, in particolare sulla conciliazione dei tempi di vita e lavoro. “Con i tempi delle città armonizzati tra di loro le lavoratrici e i lavoratori utilizzerebbero in modo ottimale i loro tempi destinati al lavoro residuando quindi anche quelli per fini di crescita personale culturale e sociale”, ha affermato Elena Gentile, assessora regionale. L’impegno dell’Anci nella discussione dello schema di legge ha l’obiettivo di contribuire a rendere immediatamente esigibili per le donne di Puglia i diritti sanciti dalla nuova legge sulle pari opportunità. Infatti, Michele La macchia, presidente di Anci Puglia, ha proposto di far sottoscrivere da subito, il giorno stesso dell’approvazione della legge, ai presidenti delle Province, dei protocolli d’intesa che li impegnino a riorganizzare i tempi di funzionamento dei Comuni in tempi brevi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!