Gruppo Italgest. Il migliore per quattro motivi

Premiato il gruppo amministrato da Paride De Masi. Che svela la mission aziendale: il rispetto dell’uomo e dell’ambiente

Rispetto dei migliori standard internazionali in materia di qualità, tutela dell’ambiente, sicurezza sul lavoro ed etica. Per queste motivazioni il Rina, la società di classificazione del Registro italiano navale, ha premiato il gruppo Italgest di Melissano con la prestigiosa certificazione Best 4. E’ la prima volta che questo premio arriva in Puglia

L’impegno del gruppo Italgest nel migliorare costantemente la gestione dei processi aziendali è stato riconosciuto dal Rina, società di classificazione del Registro italiano navale, con la certificazione Best 4 (Business Excellence Sustainable Task) che attesta, in un unico processo certificativo, il rispetto dei migliori standard internazionali adottati dall’azienda in materia di qualità (ISO 9001), tutela dell’ambiente (ISO 14001), sicurezza sul lavoro (OHSAS 18001) ed etica (SA 8000). Italgest, con sede a Melissano (presidente Franco Tatò; amministratore delegato Paride De Masi) è la prima azienda in Puglia ad ottenere il prestigioso riconoscimento. Dopo l’avvio nel settore immobiliare, ha diversificato le proprie attività e da circa dieci anni opera anche nel settore dell’energia da fonti rinnovabili, nell’hi-tech, nella ricerca e nei servizi ambientali legati alla nautica. Nel settore dell’energia pulita, l’azienda salentina è uno dei player più importanti a livello nazionale: è infatti azionista di Actelios, società quotata al Segmento Star della Borsa italiana, insieme alla famiglia Falck, nonché di Eta del gruppo Marcegaglia. Nel settore immobiliare oltre alle attività residenziali, Italgest è impegnata nella realizzazione di alberghi e villaggi turistici. “Siamo onorati di questo importante riconoscimento – ha dichiarato De Masi – a riprova del nostro impegno nel miglioramento dell’attività imprenditoriale. Fondare la propria mission sul rispetto dell’uomo e dell’ambiente porta a guardare al domani impegnandosi nel presente, così come recita il nostro slogan ‘Futuro quotidiano’”. “La certificazione di eccellenza Best 4 – ha affermato Gaetano Aiello – area manager Sud Italia di Rina Spa – è stata promossa dal nostro istituto per attestare, con significativa evidenza, quelle organizzazioni che meglio delle altre hanno saputo conciliare i diversi aspetti operativi richiesti dalle norme costituenti lo schema con il riconosciuto e diversificato business d’impresa. Sono particolarmente lieto, come manager del Rina e cittadino pugliese che Italgest abbia raggiunto questo prestigioso traguardo”. La certificazione Best 4 consente, infatti, una maggiore competitività sul mercato, la riduzione dei costi e dei rischi ambientali, il controllo delle problematiche di salute e sicurezza dei lavoratori, l’assunzione della responsabilità sociale. Il suo riconoscimento sintetizza una visione moderna dell’impresa che ha raggiunto standard di eccellenza. Ad oggi sono state emesse in tutto 28 certificazioni, sei delle quali rilasciate all’estero e 22 in Italia, di cui otto nel Mezzogiorno, ma nessuna ancora in Puglia prima di Italgest.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!