Centro commerciale sotto sequestro

Operazione dei carabinieri della compagnia di Tricase

Aumenti di superficie e di volumetria ed altre difformità rispetto alle norme urbanistiche. I carabinieri di Tricase sequestrano una struttura destinata a centro commerciale e residenziale su via Lecce e via Brindisi

A Tricase, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia, a parziale conclusione di attività info-investigativa, hanno sottoposto a sequestro preventivo il cantiere relativo alla costruzione di un centro commerciale e residenziale che si affaccia su via Lecce e su via Brindisi. L'immobile, quasi ultimato dal punto di vista delle strutture murarie, è stato sequestrato nel corso di accertamenti finalizzati a verificare ipotesi di reato che vanno dall'abuso d'ufficio alla falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, dalle false attestazioni di privati in atti pubblici all'abusivismo edilizio. Sono al vaglio di Patrizia Ciccarese, sostituto procuratore della Repubblica di Lecce, le posizioni del proprietario, dei tecnici progettisti ed incaricati di seguire i lavori e del responsabile dell'Ufficio tecnico che ha approvato il progetto. La Procura, dopo un primo esame della documentazione presentata dai carabinieri, ha ritenuto di convalidare il sequestro per verificare quegli aumenti di superficie e di volumetrie realizzate in difformità rispetto alle norme urbanistiche vigenti e le altre irregolarità riscontrate dai militari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!