Si va a La Spezia

In rimonta e agguerriti i ragazzi di mister Soda aspettano i salentini ancora storditi dalla sconfitta del derby

In attesa di sviluppi ed eventuali decisioni dei vertici di Via Templari i giallorossi devono puntare unicamente ad una prestazione eccellente per ottenere punti preziosissimi. In pochi ormai hanno la pazienza di aspettare i rinforzi di gennaio per ricominciare a sperare

Domani sera all’Alberto Picco di La Spezia gli occhi saranno (quasi tutti) puntati sulla formazione giallorosa e soprattutto sulla panchina che la dirige. Infatti l’amara ed incomprensibile sconfitta del Lecce nel corso del derby di sabato scorso, ha evidenziato le grosse lacune della squadra e soprattutto ha rimarcato i dubbi di molti. Mister Zeman al termine della gara ha commentato così: “Ad analizzare la gara dal punto di vista dell'impegno non ho da rimproverare i miei. Hanno espresso un buon gioco”. Più duro invece il presidente Semeraro: “Sono deluso e amareggiato, in campo non visto né convinzione, né determinazione (…) Non abbiamo avuto che poche occasioni da gol. Due o tre nel primo tempo, firmate da Osvaldo e Valdes. Troppo poco per una squadra che gioca in attacco. Dovremmo crearne molte di più e realizzare in proporzione. Se non si vince o almeno pareggia, a me della prestazione interessa in modo relativo”. Questo in merito alla gara di sabato, per la questione mercato di gennaio invece ha dichiarato che è intenzione della società acquistare dei rinforzi che a quel punto a mister Zeman dovranno stare bene. Nessuna dichiarazione di guerra, ma la crisi c’è e bisogna porvi rimedio, in che modo, lo decideranno i vertici di Via Templari. Nel frattempo la squadra ha ripreso gli allenamenti domenica pomeriggio al via del Mare in vista della trasferta che al “Picco” vedrà i giallorossi impegnati contro uno Spezia, reduce da una buona gara a Brescia: i ragazzi di mister Soda, partiti in svantaggio, hanno condotto una gara in salita, ma soprattutto in progressione, ottenendo al fine un pareggio prezioso che li ha fatti salire a quota 19 in classifica. Le due squadre in passato si sono incontrate solo quattro volte ed in un passato molto lontano, il primo incontro infatti risale al più che storico campionato ‘29/’30 e l’ultima in quello ‘48/’49, dunque questioni d’altri tempi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!