Il lavoro sinergico. Lecce a convegno

Le nuove strategie dello sviluppo

Comune di Lecce e Centro Studi Formez di Roma hanno organizzato un incontro su governance interistituzionale. L'appuntamento è per le ore 9.30 di oggi a Palazzo Turriti di Lecce

Il Comune di Lecce (in collaborazione con il Centro Studi Formez di Roma) ha organizzato il convegno sul tema “Governance interistituzionale e partecipazione degli stakeholders”, a conclusione di un ciclo di formazione rivolto ai dipendenti dell’amministrazione comunale. Il progetto formativo, ideato dal Formez e dal Dipartimento della Funzione Pubblica, in linea con le prospettive strategiche messe in atto dal Comune di Lecce, ha inteso sviluppare modelli riguardanti gli aspetti di governance interna, esterna ed interistituzionale, per implementare strategie di crescita ed innovazione del territorio attraverso modalità di lavoro sinergico, perseguendo diverse finalità: – l’introduzione di metodologie di programmazione e pianificazione strategica che consentano la definizione di indirizzi coerenti con le esigenze della collettività e in grado di adattarsi flessibilmente alle variazioni del contesto di riferimento; – l’introduzione di processi di declinazione degli obiettivi strategici in obiettivi direzionali/operativi, assegnati a cascata ai diversi livelli di responsabilità/attività e coerenti con le linee programmatiche di pianificazione dell’ente. L’evento conclusivo, che si terrà alle ore 9.30 di oggi presso Palazzo Turrisi di Lecce, prevede l’intervento degli attori rappresentativi della realtà socio-economica, che si propongono di individuare, attraverso l’interazione con i rappresentanti Anci e Upi, le leve strategiche per lo sviluppo del territorio, puntando sulla governance interistituzionale, per una prospettiva di crescita condivisa e coerente rispetto alle esigenze percepite e manifestate dagli stakeholders.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!