Italgest amica dell’ambiente

Il sistema Marpark riceve il “premio innovazione amica dell’ambiente”

Marpark, ideato dall’azienda salentina Italgest Mare e realizzato in collaborazione con Siemens, è l’innovativo sistema elettronico per l’ormeggio sostenibile che rende accessibili ai diportisti le aree marine protette preservandone i fondali

Si è tenuta venerdì 15 dicembre presso la sala del Gonfalone, nel palazzo della Regione Lombardia, la cerimonia di premiazione del Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente. Alla cerimonia sono intervenuti Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente, Marco Pagnoncelli, assessore qualità dell’ambiente Regione Lombardia e Andrea Poggio, vice direttore Legambiente. Il premio, istituito nel 2001 da Legambiente e Regione Lombardia, ha visto la partecipazione di 165 candidati e di oltre 180 realizzazioni divise in tre categorie: casa-abitare, ecoefficienza-qualità ambientale e servizi-innovazioni di sistemi. Adottato dal ministero dell’ambiente per le aree marine protette, il sistema Marpark, ideato da Italgest Mare, società del gruppo Italgest di Paride De Masi, con la collaborazione di Siemens per la parte tecnologica, si è aggiudicato il premio nella categoria ervizi–innovazioni di sistema. A ritirare il premio è intervenuto Paride De Masi, amministratore delegato del gruppo Italgest, che ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di ricevere questo importante premio per l’innovazione applicata alla fruizione ecocompatobile delle coste più belle d’Italia. Con il sistema di ormeggio MarPark – conclude Paride De Masi – vogliamo diffondere cultura sostenibile e comportamenti responsabili nel settore della nautica da diporto al fine di difendere il mare, grande ricchezza del nostro Paese”. Marpark è già attivo nelle aree marine protette di Capo Carbonara (sud-Sardegna), nel Parco Marino delle Cinque Terre (Liguria) ed in corso di realizzazione in Costa Smeralda a Cala di Volpe. “Il sistema – ha spiegato Valerio Lombardi, amministratore delegato di Italgest Mare – è brevettato in esclusiva mondiale da Italgest Mare ed è un sistema telematico (www.marpark.it) di ormeggio per imbarcazioni da diporto, completamente informatizzato, che consente l’accesso e la sosta in una data area ad un numero predeterminato di imbarcazioni, preservando così i fondali dalla distruzione causata dagli ancoraggi”. Il progetto MarPark tra il 2006 e il 2009, sarà attivato in 20 aree marine italiane di pregio. La Regione Puglia ed il Comune di Otranto, in collaborazione con Legambiente, hanno attivato un progetto INTERREG per realizzare e gestire MarPark nella Baia dell’Orte ed a Corfù, a partire dalla stagione 2007. Altre aree marine, protette e non, installeranno Marpark a partire dalla prossima stagione. Sono stati registrati interessi ad adottare MarPark da parte di operatori in Spagna ed in Grecia, ed è probabile l’attivazione di MarPark in altre nazioni che si affacciano sul Mediterraneo. Il gruppo Italgest è stato fondato agli inizi degli anni ’90 da Paride De Masi. Dopo l’avvio nel settore immobiliare, ha diversificato le proprie attività e da circa 10 anni opera anche nel settore dell’energia da fonti rinnovabili, nell’ ITC, nella ricerca e nei servizi ambientali legati alla nautica. Nel settore dell’energia pulita, Italgest è uno dei player più importanti a livello nazionale: è infatti azionista di Actelios, società quotata al segmento star della borsa italiana, insieme alla famiglia Falck, nonché di ETA del gruppo Marcegaglia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!