Supersano. Il centro diurno si fa permanente

Un accordo tra Direzione generale Asl Lecce 2 e Comuni di Casarano e Supersano

Il Centro per anziani e disabili di Supersano diventa permanente: saranno necessari un servizio mensa, assistenza di base e animazione sociale, l’impiego di personale ausiliario. Ed è prevista l’estensione del progetto a nuovi assistiti; che però dovranno versare 15 euro al giorno

Il “Centro diurno” per anziani e disabili presso la Residenza socio-assistenziale (Rsa) di Supersano diventerà permanente. Così hanno stabilito la Direzione Generale dell’Asl Le/2 di Maglie e i comuni di Casarano e Supersano che, nei giorni scorsi, hanno siglato un accordo per venire incontro alle esigenze degli assistiti e dei loro familiari. L’integrazione del progetto prevede le prestazioni di servizio mensa, assistenza di base e animazione sociale per gli ospiti già accolti e l’utilizzo di personale ausiliario. Ma la vera novità è l’estensione del progetto a nuovi assistiti, considerate anche le richieste che nel frattempo sono pervenute. La residenza, tuttavia, non sarà gratuita. Mentre i costi per i vecchi ospiti saranno a carico dei comuni di provenienza degli stessi, la residenza per i nuovi assistiti sarà a spese di quest’ultimi con una contribuzione, in termini di ticket, di 15 euro al giorno. Il progetto originario, denominato “Estate sicura”, di carattere sperimentale, era stato predisposto dall’Asl Le/2 in collaborazione con il Coordinamento Istituzionale dell’Ambito Territoriale n. 4 di Casarano e rientrava nell’ambito delle iniziative finalizzate a contenere gli effetti negativi dell’emergenza caldo. Il progetto “Estate sicura”, forse sorprendendo gli stessi promotori, ha sortito decisivi benefici apportati alla qualità della vita degli utenti, sia sotto l’aspetto riabilitativo che relazionale, dando altresì sollievo ai loro familiari, rilevato dalle espressioni di gradimento per il servizio in argomento e di soddisfazione per la qualità delle prestazioni di cui hanno usufruito. La residenza estiva, che si trova tra l’altro in un posto ideale qual è la serra di Supersano, doveva essere chiusa entro il 23 settembre scorso, ma è emersa, da parte degli assistiti e dei loro familiari la necessità di assicurare la continuità delle attività già avviate e, di conseguenza, è stata manifestata dagli stessi la pressante richiesta di non interrompere il servizio, mentre nuove istanze, presentate nel frattempo, erano restano inevase. La nuova proposta è stata formulata dall’Ausl Le/2 di Maglie che ha trasformato il nome del progetto da “Estate Sicura” in “Centro Diurno” per anziani e disabili, parzialmente non autosufficienti e residenti in contesti socio-familiari non adeguati . I comuni di casarano e Supersano daranno corso, attraverso deliberazioni delle rispettive giunte municipali, alla realizzazione del progetto integrato per l’attivazione di un centro diurno presso la Rsa di Supersano.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!