Incredibile vittoria

I tifosi giallorossi volevano un segnale di svolta: è arrivato ieri sera con la vittoria contro il Brescia.

Il Lecce parte soffrendo ma segna il gol (che risulterà poi inesistente) del primo vantaggio, messo sotto pressione per tutti i 90' dal Brescia, mentre la gara si stava per chiudere sul pari, è riuscito comunque ad agguantare i tre punti con il gol allo scadere di Osvaldo

I Lecce visto ieri sera al via del Mare contro i bresciani è stato, a quanto ha dichiarato anche mister Zeman, probabilmente il Lecce più brutto visto in questo campionato, contro un avversario impegnativo quanto lo è stato il Genoa. Ma incredibilmente nelle situazioni difficili il Lecce esce vittorioso con una pessima prestazione. I giallorossi hanno subito per quasi tutta la gara il pressing dei ragazzi di mister Somma, che hanno finalizzato e dunque tirato in porta almeno venti volte, contro le poche chiare occasioni da gol dei giallo rossi. Ma i ragazzi di mister Zeman sono andati in vantaggio al 13’ con un gol di Osvaldo che poi verrà dichiarato da tutti gli analisti della moviola come “inesistente” perché in effetti nella confusione sulla linea di porta non ci si poteva accorgere che il pallone non è entrato completamente perché afferrato da Viviano, dichiarazione confermata anche dal Boemo. Ma al 28’ arriva la solita svista della difesa giallorossa e Possanzini si ritrova da solo davanti a Benussi, lo supera e segna il gol dell’1 a 1. I restanti minuti del primo tempo e quelli della ripresa mostrano un Brescia in gran forma, una squadra vigorosa e “maschia” quanto basta per affrontare una serie B, ma nonostante la veemenza manca poi la lucidità e la precisione in fase di finalizzazione e così i bresciani sprecano le molte occasioni da gol mentre il Lecce allo scadere del 90’, nel corso dell’azione che aveva immediatamente prima generato un rigore a favore (non assegnato perché l’azione è proseguita), centra il bersaglio con Osvaldo che mette di nuovo la palla dentro e segna il gol del 2 a 1. Dunque la prestazione non c’è stata ma il risultato si, sarà sufficiente visto che la tifoseria ha comunque “manifestato disappunto” al termine della gara?

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!