Tanti “no” alla mafia

Tutte le dimostrazioni di solidarietà al Tacco pervenute in questi giorni in redazione

L’ennesima azione vandalica ai danni del Tacco d’Italia è stata compiuta nei giorni scorsi. E, come è già accaduto in occasioni di questo tipo, sono state tante le manifestazioni di solidarietà che sono arrivate in redazione

A nome dell’amministrazione comunale e mio personale, esprimo ferma condanna per il vile e proibitorio furto subito, unita alla solidarietà e al fermo invito al non demordere. Remigio Venuti – Sindaco di Casarano Sono molto dispiaciuto per gli ormai numerosi atti delinquenziali ai quali siete sottoposti, spero che gli investigatori possano addivenire al più presto all'individuazione dei responsabili assicurandoli in tal modo alla giustizia. In questi giorni sono stato a Casarano e proprio questa mattina, ero venuto a trovarvi, anche per rinnovare l'abbonamento al mensile. Continuate così, in particolar modo con le inchieste, da qualche parte ho letto che ” quando si parla se non si offende nessuno è come se non si fosse detto a”. Saluti Antonio Aradeo – TURSI (MT) Ho letto sul giornale dello spiacevole episodio che vi ha coinvolto un abbraccio da me e dagli altri di Coolclub. Ciao ciao. Pierpaolo Lala Cari Marilù e Mario, vi invio questa email per manifestarvi sinceramente tutta la mia solidarietà e la mia vicinanza, immagino che sia un colpo duro da mandare giù ed è per questo che vi scrivo! L'episodio (l'ennesimo) non deve, però, abbattervi resistete. La gente vi apprezza e apprezza il vostro lavoro. Gli autori o l'autore pagheranno prima o poi, ne sono sicuro! Con affetto! Luigi Pettinati – Città di Lecce Hospital Nell’apprendere a mezzo stampa dell’ennesimo attentato alla Vostra libertà di espressione (e d’inchiesta, aggiungerei) esprimo, a nome della Segreteria politica, del Direttivo, del Coordinamento FgCI, degli iscritti e simpatizzanti tutti del PdCI di Ugento, la più viva solidarietà nei Vostri confronti e un profondo sentimento di vicinanza, anche e soprattutto, alla Vostra linea editoriale, che definirei (e la Vostre numerose denunce e inchieste lo testimoniano con maggiore forza) come la più innovativa e coraggiosa di tutte le testate del Salento. Avanti così, comunque! Se oggi Vi hanno fatto questo, significa che i Vostri articoli colpiscono nel segno… e a “qualcuno” questo fa male… molto male! Angelo Minenna – Comunisti Italiani Ugento Ho avuto l'onore di conoscervi ed in pochi minuti ho avuto la sensazione di avere di fronte persone leali e sincere! Continuate sempre così! Antonio Musarò Carissimo Direttore Maria Luisa Mastrogiovanni, leggo con dolore e sgomento dell'attentato perpetrato ai danni del mensile in modo vile e subdolo presso la sede de “Il tacco d'Italia” a Casarano. MI dispiace enormemente e desidero esprimerLe subito tutta la mia partecipazione personale e la mia vicinanza a Lei ed a tutta la Redazione. Con affetto e riconoscenza Beniamino Piemontese Carissima Maria Luisa, ho saputo quello che è successo al tuo giornale e volevo esprimerti la mia solidarietà. Tieni duro e non lasciarti abbattere. Un abbraccio. Cinzia De Rocco Ciao Mario, esprimo profonda solidarietà nei confronti di questi vili atti accaduti presso la vostra redazione. Saluti, Antonio Stea Siamo tutti con voi, tenete duro. Un abbraccio Sonia Cataldo Mi dispiace molto che siate stati preda di queste azioni così odiose: infierire contro chi fa informazione è un crimine. Coraggio, e non demordete! Elena Battista “…in un paese orribilmente sporco…” (Pier Paolo Pasolini). Vi esprimo tutta la mia solidarietà. Andrea Bernardelli In questi anni sono molte le inchieste coraggiose che coi pochi mezzi che hanno i ragazzi del Tacco sono riusciti a portare all'attenzione dei lettori. Spesso in solitudine. Falcone diceva che vi sono posti in cui se si resta da soli, si muore. Vi prego di non lasciare soli questi ragazzi e di far sentire la vostra vicinanza nel modo che riterrete opportuno. Grazie. Francesco Romano Tutta la mia solidarietà alla vostra redazione per gli atti che stanno accadendo in questi giorni. Se riuscite a inserire delle videocamere di videosorveglianza forse riusciremo a individuare questi balordi. Questi non sono attacchi solo a voi ma anche all'intera comunità che ha bisogno del vostro giornale e soprattutto di notizie non filtrate che, di questi tempi, si sa, ne girano poche. Continuate così per la vostra strada, come avete fatto sapientemente fino ad ora. Un saluto Cristian Gerundio Esprimo – a nome dell’Università Popolare di Casarano e mio personale – i sentimenti di solidarietà e di stima, con cui seguiamo il vostro lavoro e lo stile con cui affrontate e superate le vicende non sempre a voi favorevoli. Cordiali ossequi. Cosimo Scarcella Cara Maria Luisa, mi dispiace molto per il nuovo furto. E' veramente pazzesco! Sono vicino a tutti voi della Redazione. Un caro saluto a tuo marito Gianni Carluccio Le continue intimidazioni rivolte a “Il Tacco d’Italia” sono atti di estrema gravità. E’ il segnale che qualcuno non sopporta il rigore, la professionalità e la capacità di fare inchiesta che contraddistinguono “Il Tacco d’Italia”, e l’operato dei suoi giornalisti. A Maria Luisa, come a tutta la redazione, va la mia solidarietà e stima. Cosimo Fracasso Alla redazione del Tacco e a Luisa tutto la solidarietà possibile. Tenete duro!! E difendete quel vostro spazio vitale che è anche il nostro. Ci vediamo in trincea. Un abbraccio Paola Ancora Cittadinanzattiva onlus – Tribunale per i diritti del malato del territorio della AUSL LE2 Casarano, esprime vicinanza e solidarieta al Tacco d'Italia per il vile attentato alla sede della redazione, l'ennesimo, contro la democrazia e la libertà. Condanniamo a gran voce atti intimidatori, mafiosi e terroristici come questi, finalizzati semplicemente a creare disordine, paura e omertà. Fino a quando il pensiero rimane libero, l'uomo costruirà sempre ponti di comunicazione, anche planetari. Con stima, Anna Maria De Filippi Coordinatrice territoriale Cara Maria Luisa Mastrogiovanni, non ci siamo mai conosciuti personalmente, ma apprezzo molto il tuo lavoro e la tua professionalità nel dirigere un giornale con delle inchieste davvero interessanti, un po’ scomode ad un territorio molto “provinciale” (nel senso lato del termine). Apprendo con ritardo dei nuovi attacchi al giornale. Ignobili. Davvero ignobili. Esprimo la mia vicinanza, la mia solidarietà a te ed a tutta la redazione de “Il Tacco d’Italia”. In bocca al lupo per tutto. Non mollate! Gianpiero Pisanello

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!