Ciclisti, non moscerini

Organizzati su due ruote

Il Salento Ciclo Forum si mobilita per la critical mass di giovedì 23 novembre a Lecce, appuntamento davanti Santa Croce alle 16. Obiettivo: rivendicare a gran voce il diritto alla mobilità alternativa

Lo stile di guida dei concittadini automobilisti e la cronica carenza di sistemi di sicurezza e di infrastrutture lede gravemente i diritti e la dignità dei ciclisti e degli utenti deboli delle strade. Lecce, città universitaria con 28mila studenti non dispone di percorsi sicuri per consentire a studenti e cittadini di vivere senza usare l’automobile. Il Salento Ciclo Forum e l'associazione Cicloamici invitano a partecipare alla critical mass per far sentire la voce di cittadini e associazioni che reclamano il diritto alla mobilità alternativa, sostenibile e sicura. I ciclisti chiedono agli amministratori di incentivare la mobilità dolce e permettere a studenti e cittadini di muoversi in bici e sicurezza, di realizzare infrastrutture per la sicurezza e la moderazione del traffico come ad esempio incroci sicuri, piste ciclabili urbane ed extraurbane, rallentatori, attraversamenti rialzati, modifiche della carreggiata, rotatorie e zone 30, parcheggi per biciclette, ma soprattutto di fare maggiore attenzione alla prevenzione e perseguire senza indulgenze la condotta imprudente di guida degli automobilisti e di confrontarsi e consultarsi con tecnici e amministratori di città virtuose dichiarate “amiche della bicicletta”: Ferrara, Parma, Padova, Torino, Modena (www.cittaciclabili.it).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!