Salvemini: “La Lupiae del clientelismo”

Lupiae servizi. Parla Salvemini

Carlo Salvemini, consigliere Ds di Lecce, attacca il Comune che ha in mente di modificare lo statuto della Lupiae servizi per escludere che soci privati sottoscrivano quote della società

Ripartono le polemiche intorno alla Lupiae servizi. L’attacco stavolta arriva da Carlo Salvemini, consigliere comunale Ds, dopo l’ultima sentenza del Tar. “L’anamento dell’affidamento diretto dei servizi cimiteriali – scrive Salvemini – è la conferma dell’evidente e più volte richiamata illegittimità che ha contraddistinto la gestione della società mista comunale. Secondo il giudice amministrativo ogni nuovo servizio pubblico, oltre quelli previsti nell’originario piano d’impresa, poteva essere affidato solo a seguito di regolare bando d’evidenza pubblica. Una prescrizione considerata sciagurata e da evitare ad ogni costo per continuare a sottrarsi alle regole del mercato, quelle che mettono a confronto offerte competitive per garantirsi il miglior rapporto qualità-prezzo. Un principio che configge con chi in questi anni ha coltivato per il tramite della Lupiae un sistema di gestione della cosa pubblica di tipo clientelare. Così l’amministrazione Poli, pur di chiudere le porte agli imprenditori interessati a gestire i servizi pubblici locali della città, sta correndo ai ripari e con una delibera intende far approvare la modifica dello statuto della Lupiae per escludere l’eventualità che soci privati possano sottoscrivere quote azionarie della società”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!