Traffico di droga tra Brindisi e Lecce

Due scappano. 16 in manette

I carabinieri cercano l’imprenditore sparito e trovano un maxigiro di droga

La piazza era quella di Brindisi, Torchiarolo e poi Lecce, dove fungeva da locale di vendita “su prenotazione” un salone di parrucchiere in centro, il cui ripostiglio era un vero e proprio self service della droga, dove i clienti potevano assumere cocaina o hashish senza essere disturbati. E, poi, ancora, Arnesano e Copertino. I carabinieri cercavano Giuseppe Arsieni, imprenditore agricolo di Cellino San Marco, svanito nel a nel giugno 2004. Ed hanno scoperto che alcuni personaggi a lui vicini avevano dato vita ad un’organizzazione criminale dedita al rifornimento e allo smaltimento di grandi quantità di droga. Il maggior referente dell’organizzazione è Giuseppe Prete di Brindisi, ex autista dell’imprenditore scomparso, puripregiudicato. La retata del Comando provinciale dell’arma di Brindisi è scattata all’alba con l’ausilio di unità cinofile della Regione Carabinieri Puglia. In 16 sono finiti in manette. Due sono riusciti a scappare.

Leave a Comment