In pellegrinaggio verso Vaste

Visita di un gruppo di siciliani ai luoghi dei Santi di Vaste

Sono partiti da Trecastagni, in provincia di Catania, per manifestare la loro devozione ai tre Santi di Vaste di Poggiardo, Filadelfio, Alfio e Cirino. Inizia ad affermarsi il turismo religioso nel Salento

Il Comune di Poggiardo, da venerdì 3 a domenica 5 novembre, ospiterà un gruppo di pellegrini devoti dei Santi Alfio, Filadelfio e Cirino, provenienti dalla Città di Trecastagni, in provincia di Catania. Il gruppo, composto da circa 50 persone, raggiungerà la località per visitare i luoghi in cui nacquero e vissero i tre Fratelli, che ebbero i natali proprio nella piccola frazione di Poggiardo, Vaste. Questa peculiarità, che pochi Comuni della Provincia di Lecce possono vantare, caratterizza, tra le altre cose, la comunità di Vaste, orgogliosa di poter annoverare tre Santi della Chiesa cattolica, oltre ai genitori degli stessi, Vitalio e Benedetta. Questa visita è la prima iniziativa successiva all’importante meeting internazionale “I viaggi dell’anima: territorio e cultura”, che si è svolto il 6 e 7 ottobre 2006 proprio a Vaste di Poggiardo, organizzato dallo stesso Comune, dall’Università Alma Mater Studiorum di Bologna e dall’Università degli studi di Lecce. A questo evento sono intervenuti relatori di fama internazionale (tra gli altri F. Dallari, docente dell’Università di Bologna, Anna Trono, preofessoressa presso l’ateneo leccese, J. Mansfield docente presso l’Università di Haifa e Margherita Schiavetti, Officiale del Pontificio Consiglio della Pastorale per i migranti e gli itineranti), che hanno discusso sulle potenzialità di sviluppo sociale ed economico del territorio, utilizzando come risorsa il turismo religioso. La visita del gruppo di Trecastagni sembra conferma questa direttrice di sviluppo, in quanto dimostra la possibilità di attivare flussi di turismo legati alla valorizzazione di questa peculiarità del territorio di Vaste. Il comune di Trecastagni è fortemente legata al Culto dei 3 Santi di Vaste, tanto che a Sant’Alfio è dedicata l’omonima Chiesa, oggi Santuario. Costruita in varie riprese, essa presenta un'armoniosa facciata con aperture contornate in pietra lavica scolpita e sormontata dal campanile a base ottagonale, custodisce le statue settecentesche della Madonna delle Grazie e dei tre Santi Fratelli, un affresco del Rapisardi della fine dell'800. Nei locali attigui vi è una numerosissima collezione di ex-voto, interessante per lo studio del folklore e della religiosità popolare. Piena soddisfazione per l’iniziativa è espressa da Silvio Astore, Sindaco di Poggiardo, il quale evidenzia come questo evento “premia gli sforzi compiuti dall’Amministrazione comunale per dare risalto alla figura dei Santi Alfio, Filadelfio e Cirino, ancora poco conosciuti nel territorio salentino. Esso inoltre rappresenta un notevoe risultato per lo sviluppo di forme di turismo religioso collegate ai luoghi natali dei 3 Santi.”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!