Roma, protagonista il novello salentino

Rassegna Internazionale di Enogastronomia, Cultura, Musica e Folklore

Successo a Roma in occasione della presentazione alla stampa della rassegna “Novello in Festa” presso la sede dell’Enit in Via Marghera. Numerose aziende salentine hanno esposto i propri prodotti

Nella “Sala Italia” Rocco Durante del Comune di Leverano e Fernando Ratta Vicepresidente della ProLoco di Leverano, insieme ad Antonio Conte Presidente della FEST ( Federazione Europea della Stampa Turistica) e al Direttore generale dell’ENIT Eugenio Magnani, hanno presentato le novità della prossima edizione del Novello in festa. Erano presenti giornalisti di agenzie di stampa, radio, quotidiani, periodici nazionali ed esteri oltre a responsabili di alcuni Enti del Turismo, come quello austriaco, greco, del Guatemala, del Mozambico, ecc… Grande interesse dei presenti per la manifestazione che quest’anno sarà una kermesse internazionale all’insegna della cultura, della musica, del folklore e soprattutto dell’enogastronomia. Una “contaminazione” culturale-artistico-gastronomica che vedrà protagoniste oltre al Salento, Spagna, Romania, Grecia, Albania, Stati Uniti, Irlanda e probabilmente Moldavia e Cipro. Grande curiosità per il territorio e le sue bellezze artistiche, paesaggistiche e gastronomiche. Apprezzato il vino degustato dopo la conferenza, offerto dalle quattro aziende di Leverano: Conti Zecca, Tenuta Annibale, Agricola dell’Arneo e “Vecchia Torre”. Tra le iniziative da non perdere il “Salone dei novelli di Puglia”, una rassegna della migliore produzione pugliese con degustazioni guidate dei vini, che sarà accolto nel chiostro del bellissimo convento di Santa Maria delle Grazie. I visitatori saranno accompagnati alla scoperta di un territorio interessante a poche ore di auto/volo da casa, potranno visitare vigneti e cantine, aperte per l’occasione, ma anche musei originali, imponenti castelli e masserie fortificate.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!