Allattamento al seno, interviene Madaro

Mamme e bebè inseparabili, sempre ed ovunque

Nella speranza che presto si diffonda una “cultura dell’allattamento al seno”, Carlo Madaro interviene a difesa delle neo-mamme e propone di creare aree attrezzate per favorire l’allattamento e l’igiene dei piccoli

Tutelare le neo-mamme ed i loro piccoli, riservando loro degli spazi attrezzati che consentano l’allattamento e la facilità di movimento nei luoghi pubblici. Questo l’obiettivo che lo Sportello dei Diritti si propone, dopo aver constatato la carenza di spazi adeguatamente attrezzati ed igienizzati che possano agevolare la vita delle mamme e dei loro bimbi, alle prese con uno dei momenti più importanti della maternità: l’allattamento. Gran parte della scienza medica e la cosiddetta “Dichiarazione degli Innocenti”, stesa ed adottata dai partecipanti all’incontro Oms/Unicef dal titolo “L'allattamento al seno negli anni '90: un’iniziativa globale” sostengono, infatti, che “per raggiungere l'obiettivo globale di una salute migliore e di una più corretta alimentazione della madre e del bambino, tutte le donne dovrebbero essere messe nella condizione di praticare l'allattamento esclusivamente al seno, e tutti i neonati dovrebbero essere nutriti soltanto con latte materno, dalla nascita fino ai 4-6 mesi di vita. I bambini dovrebbero continuare ad essere allattati al seno, ricevendo allo stesso tempo alimenti complementari adeguati, fin oltre i due anni di età. Quest’ ideale di nutrizione infantile deve essere raggiunto attraverso la creazione di un ambiente consapevole e che aiuti le donne consentendo loro di allattare in questo modo”. In assenza di una disciplina legislativa compiuta che favorisca il nascere di una cultura dell’allattamento al seno, quello che Carlo Madaro, assessore al Mediterraneo, auspica, è che enti pubblici e grandi aziende private, come autogrill, ipermercati, grandi aree commerciali, multisale cinema, si attrezzino per favorire così la mobilità delle neo-mamme, creando apposite aree attrezzate con fasciatoi in ambienti igienicamente protetti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!