Il Salento alla “Barcolana” di Trieste

“Salento d’Amare” a gonfie vele

Il Salento parteciperà con il proprio marchio alla 38° edizione della “Barcolana di Trieste”, che si terrà domenica 8 ottobre nelle acque del Golfo di Trieste

Domenica 8 ottobre si svolgerà nelle acque del Golfo di Trieste la 38° edizione della “Barcolana”, maxi regata che vede ogni anno la partecipazione di equipaggi provenienti da tutto il mondo. Oltre 800 gli iscritti alla maxi regata: scafi grandi e piccoli, velisti di professione e velisti per passione. Tutti accomunati dallo spirito di una manifestazione, che partita nel 1969 con soli 51 iscritti, vuole essere “la regata di tutti”, una vera e propria festa del mare, sostenuta da innovazioni tecnologiche e di ultima generazione, vele sempre più grandi per sconfiggere la bonaccia di Trieste, chiglie basculanti per battere la bora. Quest’anno il Salento sarà anch’esso presente in maniera visibile alla “Barcolana di Trieste”, promovendo il proprio marchio “Salento d’amare” sulle vele e sugli scafi degli equipaggi salentini che parteciperanno alla competizione. La Provincia di Lecce ha infatti esteso al mondo della vela il cammino che ormai da diversi anni affianca il marketing del territorio alle più importanti realtà dello sport salentino, dal calcio alla pallavolo. Maria Rosaria Manieri, assessore provinciale al Turismo auspica che questa iniziativa contribuisca ad arricchire l’immagine di un territorio naturalmente proteso verso il mare, che deve far conoscere non solo la propria potenzialità nel settore classico del “balneare”, ma andare incontro anche all’utenza del mare più genuina.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!