“Mantieni giovane il tuo cuore”

Cuore: domenica 24 settembre cardiologie aperte in tutta la Puglia

“Mantieni giovane il tuo cuore”,è lo slogan della giornata mondiale per il cuore che si terrà domenica 24 settembre. Per l’occasione resteranno aperti al pubblico i reparti di cardiologia di 16 ospedali della Puglia

Domenica 24 settembre ‘Cardiologie Aperte’ in oltre 230 ospedali italiani, 16 nella Puglia. I cardiologi dell’Anmco (Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri) saranno a disposizione dei cittadini dalle 10 alle 18 per fornire informazioni, distribuire materiale illustrativo, calcolare il rischio cardiovascolare e soprattutto spiegare ai cittadini come mantenere un cuore giovane più a lungo, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari. Inoltre in molte cardiologie sarà possibile eseguire alcuni esami per valutare la salute del cuore. Le patologie cardiovascolari infatti sono tuttora la prima causa di morte nel mondo occidentale, con oltre 17 milioni di vittime all’anno; dalle malattie di cuore e vasi dipende anche il 42% dei decessi registrati ogni anno nel nostra regione. Purtroppo, i pazienti ignorano spesso il proprio livello di rischio cardiovascolare: fra i 35 e i 70 anni, un pugliese su tre soffre di ipertensione e uno su cinque ha la pressione al limite, ma solo la metà di loro lo sa. Il 60% della popolazione ha il colesterolo elevato, ma soltanto uno su quattro ne è consapevole. Con l’avanzare dell’età i problemi si aggravano. “Un cuore anziano è meno elastico, poco pronto a reagire agli sforzi ed agli stimoli esterni e quindi anche più fragile se vi sono elementi di rischio cardiovascolare”, spiega Pasquale Caldarola, presidente Anmco Puglia, “Il processo di invecchiamento è fisiologico, ma può essere rallentato: il cuore è un muscolo e come tale, se ben allenato, può mantenersi sano e in forma molto a lungo. Per questo la nostra campagna si rivolge anche e soprattutto a giovani e giovanissimi. Si mantiene il cuore in forma con il passare degli anni se si è attenti alla prevenzione fin dall’adolescenza, adottando uno stile di vita salutare. Ad esempio, evitando la sedentarietà: il 40% dei pugliesi non fa abbastanza movimento, invece un’attività fisica regolare è un toccasana per contrastare l’invecchiamento di cuore e vasi”. Un’ora di corsa alla settimana, ad esempio, riduce del 42% il rischio di malattie cardiovascolari; mezz’ora quotidiana di camminata a passo svelto diminuisce il pericolo del 18%. Ma basta anche andare al lavoro a piedi, salire le scale anziché prendere l’ascensore per tenere in allenamento il muscolo-cuore. Le altre regole per un cuore sempre giovane sono poche e semplici: seguire una dieta equilibrata ricca di frutta, verdura, cereali integrali e pesce, non fumare, conoscere e tenere sotto controllo fattori di rischio cardiovascolare come l’ipertensione, il colesterolo elevato, il diabete. “Per avere a lungo un cuore sano e in forma è fondamentale seguire fin da giovanissimi le regole salvacuore. Ma non è mai troppo tardi per iniziare a prendersi cura del proprio cuore”, osserva Fernando De Santis coordinatore regionale di ‘Cardiologie Aperte’. “Anche in età avanzata, la prevenzione resta la chiave di volta per il benessere del cuore. Attraverso l’iniziativa ‘Cardiologie aperte’, Anmco ed Heart Care Foundation intendono sensibilizzare i cittadini al rischio cardiovascolare e diffondere consigli di prevenzione. Ogni centro avrà un proprio programma di iniziative: dalla distribuzione di opuscoli informativi al colloquio con i cardiologi, dal calcolo del proprio rischio cardiovascolare attraverso la valutazione di età, colesterolo, pressione e glicemia all’esecuzione di elettrocardiogrammi per valutare la salute del cuore. I cittadini potranno così scoprire quanto è giovane il loro cuore e conoscere ciò che possono fare per rallentarne l’invecchiamento”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!