Edita: le donne al centro

A 60 anni dalla prima votazione delle italiane: pensiero ed azione politica delle donne

L’evento, presso la sala consiliare di Palazzo dei Celestini, ha come principale obiettivo la diffusione di un patrimonio culturale sulle donne che, ad oggi, circola esclusivamente tra chi cerca di salvarlo dall’oblio storico

Il Convegno si terrà a Lecce, presso Palazzo dei Celestini (Sala consiliare) nei giorni: 21 e 22 settembre a partire dalle 9. Verrà inoltre trasmesso in streaming sulla web tv di Edita, agenzia di sevizi editoriali e multimediali promotrice dell'iniziativa, www.editando.it L’evento si avvale del patrocinio morale dell’università degli studi di Lecce, della camera di commercio di Lecce e del contributo del Gruppo Italgest, di AB Stilcasa e dell’Hotel President. Giovedì 21 settembre i lavori saranno coordinati alle ore 9:00 dalla professoressa Marisa Forcina dell’Università di Lecce e alle ore 16:00 dalla professoressa Ginevra Conti Odorisio dell’Università di Roma Tre. Verranno illustrati gli studi condotti sull’azione e sul pensiero politico delle donne, in particolare attraverso il giornalismo tra Otto e Novecento. Converranno docenti universitari di atenei nazionali ed europei, tra cui la francese Christiane Veauvy dell’Ecole des hautes études di Parigi. Venerdì 22 settembre la professoressa Fiorenza Taricone dell’Università di Cassino modererà la tavola rotonda sul tema Istituzioni, associazioni e stampa. La partecipazione politica femminile oggi. Parteciperanno tra gli altri, la senatrice Maria Grazia Pagano, delegata del Ministro alle pari opportunità, il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, la Vicepresidente della Provincia di Lecce Loredana Capone, la consigliera provinciale Serenella Molendini, il Sindaco del Comune di Lecce Adriana Poli Bortone, il Dirigente dell’MPI Antonio Campanelli, le giornaliste Daria Bignardi e Adele Cambria e rappresentanti del giornalismo regionale. Si mira inoltre a promuovere il territorio attraverso la cooperazione tra enti, associazioni e mondo dell’informazione, grazie alla visibilità che verrà data all’evento sul piano nazionale ed internazionale, ed alla sua promozione negli atenei italiani e nelle principali città d’Europa Da tempo Edita è impegnata nella promozione del dibattito sociale, culturale e civico, con i Salotti letterari (www.editando.it/salottoletterario.htm) e la rivista on line Ripensandoci (www.editando.it/ripensandoci). Lo scambio e l’attiva partecipazione dell’individuo hanno da sempre contribuito alla formazione dell’opinione pubblica.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!