Bianco: “Domoconfort, una campana dissonante”

Bianco precisa che la Domoconfort ha usufruito gratuitamente dei campi di proprietà del Comune di Lecce

Salvatore Bianco, assessore allo Sport e al tempo libero, commenta la decisione della Domoconfort di lasciare Lecce per Trepuzzi

Dopo che l’associazione sportiva di calcio femminile Domoconfort ha lasciato Lecce per raggiungere Trepuzzi e dopo le polemiche sulla disponibilità e l’utilizzo degli impianti sportivi in città, ecco la replica-chiarimento di Salvatore Bianco, assessore allo Sport e al tempo libero: “Dispiace – ha detto – che la Domoconfort, quale espressione del calcio femminile, abbia voluto lasciare Lecce per altre destinazioni, ma soprattutto dispiace e mortifica come i responsabili del sodalizio, in particolare Lino De Lorenzis, si siano lasciati andare ad affermazioni che non dovrebbero rientrare nella logica degli ambienti sportivi, ma soprattutto in quei dirigenti che dal Comune di Lecce hanno sempre ottenuto sostanziali risorse per il sostegno al sodalizio femminile (cinque volte di più rispetto agli altri sodalizi calcistici). Va sottolineato soprattutto che negli anni passati, come nel corrente anno – ha continuato l’assessore – la Domoconfort non ha mai pagato un solo euro per l’utilizzo di campi esistenti sul territorio leccese e di proprietà comunale. Semmai De Lorenzis ha sempre richiesto (ma spesso tardivamente) l’utilizzo di impianti e modifiche agli stessi che sono state puntualmente effettuate. Pretendendo ed ottenendo, peraltro, l’utilizzo dell’impianto Itaparica dalle ore 20 alle ore 23, con il conseguente impegno di personale, materiale ed energia elettrica dalle 19 alle 24. Un esempio di concretezza e serietà di comportamento anche da parte dei gestori della struttura. L’ ipotesi – ha proseguito Bianco – ma solo l’ ipotesi, del pagamento dell’uso degli impianti sportivi, nelle more dei conseguenti atti definitivi, nasce dalla certezza di voler dare ai fruitori degli impianti un servizio idoneo ed esaustivo come richiesto da tempo e da più parti. Tale ipotesi, proposta nelle riunioni con i vari sodalizi calcistici (Mec Lecce, Pro Patria, Juventina, Grassi Lecce, Fiamma Lecce, Gioventù Frigole, USD Frigole, Stasi Frutta, Lecce club e altri) non solo non è stata contestata, ma è stata condivisa da tutti, nel rispetto anche del regolamento per la concessione in uso degli impianti sportivi comunali. La Domoconfort, pertanto – ha concluso l’assessore – è l’unica campana dissonante in ambienti che, pur operando tra mille difficoltà, hanno condiviso l’idea di avere dei servizi migliori”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!