Dante Elias Trevisan, Giocare in Italia è un sogno

Dante Elias Trevisan, schiacciatore, è uno dei volti nuovi della Salento d'amare Taviano targata 2006/2007

Venticinque anni, brasiliano di Bento Gonçalves, ma origini italiane, gli permettono di contemplare il passaporto con doppia nazionalità. Sarà semplicemente “Dante” per maglia, amici e tifosi

Arriva a Taviano con credenziali di tutto rispetto. Con la casacca verde-oro della nazionale brasiliana nel 2001 si è laureato campione mondiale Juniores, titolo ottenuto nella finale di Wroclaw, in Polonia. Ma nel palmares personale figurano anche un titolo di vice campione juniores sudamericano (conquistato in Venezuela nel 2000), una Superliga brasiliana vinta con la maglia dell'Ulbra (stagione 2002/2003) e la Supercoppa Mercosul conquistata nel 2004 con la squadra della sua città, il Bento appunto. “Per ogni atleta brasiliano venire a giocare in Italia è un sogno – dice Dante -. Io sono molto felice per averlo coronato a venticinque anni. Dell'Italia e di Taviano in particolare, mi hanno parlato molto bene alcuni miei amici. Mi hanno descritto il Salento, ma soprattutto mi hanno fatto capire come è intesa la pallavolo da queste parti. E' importante per un atleta, soprattutto straniero, avere la possibilità di giocare in un ambiente che ti stimola. E poi Taviano negli ultimi anni si è costruito un curriculum niente male, nel quale spicca la vittoria nella Tim Cup di A2”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!