Più porti per il Salento

Presentati i nuovi piani regionali per incrementare il turismo nautico salentino e per potenziare la ricezione turistica del nostro territorio

Nel rispetto della naturale bellezza delle nostre coste, verranno realizzate circa 300 strutture portuali di piccole dimensioni

Massimo Ostilio, assessore regionale al turismo, in occasione dell’inaugurazione della nuova struttura a san Foca, ha espresso l’intento della regione di fare del Salento un temibile concorrente nell’offerta turistica portuale. «Vogliamo adottare – ha affermato l’assessore – il modello di Grecia e Croazia: il turista che viaggia in barca, arrivato in Puglia, potrà procedere a piccole tappe, da un porticciolo all’altro, dall’Adriatico allo Ionio. Inoltre – continua – se sapremo valorizzare anche i centri storici delle località in cui i turisti attraccano, otterremo un importante obiettivo economico: i turisti non vorranno rimanere per giorni interi sulla barca, ma scenderanno a visitare il centro storico e magari faranno acquisti o si fermeranno in un ristorante. Il turismo portuale diventerà anche enogastronomico e culturale».

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!