Casarano: più severi sui rifiuti

Un manifesto informa della nuova politica

Si fanno più severe le misure nei confronti di chi danneggia l’ambiente, creando discariche abusive, a nasce un numero verde al quale rivolgersi per smaltire i rifiuti scomodi

Tolleranza zero per coloro che creano le discariche abusive o che abbandonano rifiuti ingombranti nei pressi dei cassonetti. Palazzo dei Domenicani non lascerà correre più qualsiasi atto che danneggi il territorio dal punto di vista ambientale. L’inizio della campagna di sensibilizzazione per i problemi legati all’ambiente coincide con l’attivazione di un numero verde (800-132.821) attraverso il quale i cittadini potranno smaltire rifiuti scomodi. Il servizio, completamente gratuito, è gestito dalla “Geotec Ambiente srl”, la ditta aggiudicataria del servizio integrato dei rifiuti solidi urbani, nonostante il contenzioso in atto riguardante l’appalto stipulato con l’Autorità di Bacino Le/3. L’amministrazione comunale ha informato i cittadini dell’attivazione del numero verde attraverso un manifesto, firmato dal sindaco Remigio Venuti e dall’assessore all’Ambiente Sergio Abruzzese, affisso da ieri sui muri della città. Tutti coloro che hanno la necessità di smaltire rifiuti ingombranti (frigoriferi, cucine a gas, televisori, lavatrici, lavastoviglie) possono consegnarli presso la sede della “Geotec”, situata nella zona industriale, oppure possono chiedere il ritiro a domicilio, prenotando il servizio all’operatore del numero verde ed attenendosi alle istruzioni che saranno impartite per telefono. Il servizio è completamente gratuito. Il sindaco, inoltre, invita i cittadini “a non abbandonare per le strade o nelle campagne i predetti rifiuti per non deturpare il territorio sotto il profilo ambientale e per la tutela del suolo e delle acque”. Il manifesto ricorda ai trasgressori che “saranno applicate le pesanti sanzioni previste dal nuovo Codice Ambientale di recente pubblicazione”. In virtù della campagna di sensibilizzazione, l’amministrazione comunale, per un maggior controllo, ha provveduto a sensibilizzare gli organi preposti alla vigilanza ambientale, “affinché effettuino una capillare vigilanza del territorio per perseguire anche gli illeciti amministrativi relativi all’abbandono dei rifiuti”. Informazione, servizi, repressione: attraverso queste azioni, Palazzo dei Domenicani spera di trovare una soluzione alla piaga delle discariche abusive nelle campagne e anche in città, fenomeno sempre attuale nel territorio casaranese, dovuto alla scarsa informazione, alla latitanza dei controlli, ma anche alla inadeguata sensibilità dei cittadini verso il tema ambientale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!