Casarano: confraternite a confronto

A Casarano dalle 18 città della diocesi

Si è svolto a Casarano domenica scorsa il quarto convegno diocesano. In città, le 18 città della diocesi Nardò-Gallipoli

Provenienti da tutte le 18 città della diocesi vescovile di Nardò-Gallipoli, la scorsa domenica sono stati in migliaia gli appartenenti alle confraternite religiose a partecipare al quarto convegno diocesano in programma a Casarano. Particolarmente suggestivo è stato il tradizionale corteo animato da larga parte delle 54 confraternite della diocesi con tutti gli appartenenti alle congreghe con abiti ed insegne di appartenenza. In testa al lungo corteo che ha percorso nel pomeriggio le strade della città, dallo stadio ai giardini Ingrosso, vi erano le quattro confraternite di Casarano dedicate a San Giovanni Elemosiniere, Santa Lucia, San Giuseppe ed all'Immacolata rette, rispettivamente, dai priori Cosimo Stefàno, Anna Astore, Cosimo Fattizzo ed Assunta Negro. Alezio, Alliste, Aradeo, Copertino, Galatone, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Porto Cesareo, Racale, Sannicola, Seclì, Taviano e Tuglie le altre città rappresentate. Il programma della due giorni allestita dal presidente del comitato di coordinamento Tonino Della Rocca ha avuto la sua conclusione con la santa messa celebrata presso i giardini Ingrosso dal vescovo Domenico Caliandro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!