Normalità

Guarda che tu esageri, non siamo tutti uguali, ci sono anche uomini buoni, che rispettano le donne

Ma dai! Quindi essere un uomo che non violenta, non picchia, non insulta, non denigra, non sminuisce, non discrimina un’altra persona equivale ad essere buoni? E io convinta fossero qualità scontate di ogni essere umano decente! Che stupida. No, davvero.

guarda che esageri, non sono tutti uguali, ci sono anche uomini speciali, guarda mio marito, il nostro amico etc..

come sopra

guarda che esageri, non siamo tutti uguali, certi uomini sono interessati solo al sesso, io invece sono interessato a tutto, vedo le donne come persone

si commenta da solo

ciao, ho visto le tue foto su facebook, sai che eri proprio bella a 25 anni? Guardo le foto e penso che saresti sicuramente stata la mia donna

 

ne deduco che

al presente sono troppo brutta e vecchia per meritarmi cotanto premio

non ho alcuna voce in capitolo

dovrei essere felice di sapere che sarei stata scelta

il mio valore è solo ed esclusivamente legato all’aspetto fisico

ok, grazie amico di sinistra e femminista!

ciao, sai che scrivi proprio bene? Mi piacciono i tuoi articoli, peccato solo che ti focalizzi così tanto sulle questioni femministe..secondo me dovresti stare attenta a non esagerare, risulti un po’ fanatica, per caso hai avuto qualche brutta esperienza?

La colpa è tua, potevi sceglierti un uomo migliore

Le femministe sono tutte delle fanatiche che non si tromba nessuno

Le femministe sono delle frustrate che odiano gli uomini

Certo che sono contro la violenza sulle donne, ho una moglie e due figlie!

Alessandro dai, fate pace, non è successo niente, smettila di piangere come una femminuccia!

Io non sono maschilista, sei tu che sei pesante e non riesci mai a ridere di una semplice battuta!

Se vai a quelle feste te lo devi aspettare che potrebbe finire male..

Certo che se esci vestita così te le cerchi

L’altro giorno commentavo l’atroce fatto di cronaca del mostruoso stupro di una diciottenne a Milano e mi sento dire : si ma quelle ragazze sono delle cretine! Cosa pensi che accada a feste del genere? E poi perché non hanno denunciato subito?

Oggi ho dovuto ricordare a una pseudo compagna, che si dichiara femminista, che è assurdo che lei si permetta di scegliere con quale vittima essere solidale. Una vittima ha la mia solidarietà a prescindere dalle sue scelte di vita, dalle sue preferenze politiche, dal fatto che sogni di diventare velina o che lavori nel porno…

Chi giudica una vittima di violenza alimenta e perpetua la cultura dello stupro, che colpevolizza le vittime invece di difenderle.

Sono stanca della normalità’

Un’ amica mi confida di sentirsi vuota, come se non avesse fatto nulla di buono nella vita, e che suo marito la consola dicendole che no, si sbaglia, ha fatto 2 bellissimi bimbi!

La più piccola delle mie figlie ha 4 anni, sembra una bambola: boccoli biondi, grandi occhi azzurri , le fossette quando ride e un piglio simpatico e irresistibile.

Ogni volta che usciamo facciamo collezione di ‘ma che bella principessina!

La mia famiglia preferirebbe vedermi tornare con il mio ex pur di non sapermi più sola, in campagna, con due bimbe piccole.

Una donna vittima di porn revenge fa causa e ottiene giustizia VINCENDO contro il suo ex , le mamme dei suoi alunni e la dirigente dell’asilo in cui lavorava.

Nessuno racconta la storia per quella che è.

Titolano tutti più o meno così : maestra d’asilo viene licenziata per video porno.

La notizia diventa virale.

Peccato non si parli del coraggio di una donna che ha fatto causa e ha ottenuto giustizia. Perché la VERA notizia è questa!

La comica australiana Celeste Barber pubblica una foto in cui copia le foto di una famosa modella, stessa posa e stesse nudità, unica differenza : il suo corpo di donna normale. Instagram censura la sua foto, ma non l’originale.

Se una delle mie figlie si ammala i pernottamenti a casa del padre saltano in automatico.

Se si ammala il padre idem.

Se mi ammalo io non cambia nulla.

A scuola: da quando c’è la dad due mamme hanno preso le ferie, una è in aspettativa, 3 si sono licenziate e le altre non hanno problemi, perché avevano già perso il lavoro a causa del covid.

Ho un amica che stimo tantissimo, ha creato più bellezza lei di tante persone messe insieme, non smette mai di studiare e condividere, scrive, aiuta le persone, crea comunità, viaggia, raggiunge traguardi e ottiene soddisfazioni…sono sempre più fiera di lei. Ogni volta che esce il suo nome in una conversazione c’è sempre qualcuno che chiede: ma come mai non ha figli? non può averne?

Ascolto la radio e le due conduttrici fanno una lista di cose che le donne DEVONO fare per piacere agli uomini. Tra tanti incredibili must: mostrarsi accomodante.

Vivo in una società in cui le donne assistono e obbediscono a narrazioni e a regole che sono state scritte dagli uomini. Vengono curate da una medicina pensata per gli uomini, valutate su parametri decisi dagli uomini, giudicate e convinte a crescere e a diventare quello che vedono e vogliono gli uomini.

Urge uno sforzo collettivo per cambiare una cultura ben radicata e difficile da estirpare.

Lo so che esistono uomini e donne meraviglios* , pront* a dichiararsi contro la violenza e per la parità di genere. Ma quanti di quest* sono pront* a fare un passo di lato per chiamarsi fuori e quanti invece sono pronti a fare un passo avanti (o indietro) per cambiare le cose?

Il 25 novembre è alle porte. Voi, da che parte state?

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Barbara Toma

Agitatrice, Animale da palco, Coreografa, drammaturga e mamma single salentina-olandese. In equilibrio precario, sul filo della vita, con due figlie e una sola vocazione: la danza. Non per forza sincera, ma dannatamente vera. Fuori luogo ovunque, tranne sul palco, l’unico posto dove il suo modo di agire non è controproducente.

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!