In Puglia il mare è Navigabile. Davvero

San Foca. Salpa oggi la barca di “Navigabile 2014”, progetto che permetterà a centinaia di ragazzi e ragazze diversamente abili di navigare il mare del Salento. Senza barriere

di Valentina Isernia Il Salento e il suo mare. Navigarlo, perdersi nell'orizzonte mentre il sole e il vento accarezzano il viso. Abbandonare ogni zavorra sulla terra e respirare la libertà. Ci sono molte cose a cui un diversamente abile viene insegnato a dire no. Tante restrizioni nascono dal pregiudizio, altre dalla paura, altre ancora dalla mancanza di mezzi. Si tratta di piccole cose, forse banali per i “normodotati”, relegate nella categoria ludica e, quindi, non essenziali nella vita. Non essenziali per chi? Cosa c'è di più essenziale di poter vivere il proprio territorio, la propria tradizione e di entrare in contatto con la natura? Quella stessa natura che, è un dato di fatto universalmente riconosciuto, specialmente nel Salento, è fonte di uno straordinario potere terapeutico. Da questo quesito e dall'unione di menti e risorse il mare del Salento diventa “Navigabile”, diventa progetto di integrazione, socializzazione e dialogo. Un progetto che salpa oggi, alle ore 9.00, dall’area portuale di San Foca (Scoglio Papuscia) e che si dispiegherà in undici tappe, fino al 31 agosto, che andranno dalla costa adriatica alla costa ionica La barca di “Navigabile 2014” – progetto realizzato dall’assessorato alle Politiche sociali e Pari opportunità della Provincia di Lecce e dalla Lega Navale Italiana-Circoscrizione Puglia Sud e Basilicata Jonica, in collaborazione con gli Ambiti territoriali sociali della Provincia di Lecce – salpa per il quarto anno consecutivo grazie al Protocollo d’intesa siglato per la prima volta nel 2010 e rinnovato per i prossimi tre anni. A tagliare il nastro sarà il commissario della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, con l’assessora provinciale alle Politiche sociali e alle Pari opportunità Fernanda Metrangolo. “Navigabile è ormai un tratto distintivo del nostro territorio” spiega il commissario della Provincia di Lecce Antonio Gabellone “e anche quest’anno, nonostante le difficoltà economiche e i venti della riforma che soffiano prepotentemente sulle Province, non abbiamo mancato le aspettative di tanti ragazzi salentini”, Le imbarcazioni, messe a disposizione gratuitamente dai soci della Lega e guidate da esperti in navigazione, accoglieranno centinaia di ragazzi e ragazze diversamente abili, insieme ai loro familiari; ogni singolo appuntamento nelle sedi della Lega navale sarà poi caratterizzato da un momento di accoglienza degli ospiti, ai quali, insieme ad un rinfresco, viene offerta soprattutto un’occasione di incontro e dialogo in un clima familiare. Dopo San Foca, le altre tappe del programma itinerante saranno: 12 luglio Otranto, 13 luglio Casalabate, 26 luglio Marina di Lecce, 27 luglio Frigole, 2 agosto Porto Cesareo, 3 agosto Torre San Giovanni, 10 agosto Tricase, 24 agosto Santa Maria di Leuca, 30 agosto Santa Maria di Leuca, 31 agosto Gallipoli.

Leave a Comment