Ricchezza procapite: quasi 10mila euro sotto la media

//SPECIALE GIORNATA ECONOMIA-4// La ricchezza continua a scendere dal 2008. In Puglia il Salento è quarto. Famiglie: diminuisce il patrimonio

4. La ricchezza pro capite e delle famiglie: Lecce lontana dalla media nazionale Il valore aggiunto pro-capite (cioè il rapporto tra il valore aggiunto complessivo e il numero di abitanti) esprime la capacità del territorio di produrre ricchezza per singoli individui o famiglie. Anche sotto questo punto di vista, Lecce è indietro: il suo valore aggiunto pro-capite si ferma a 14.113,10 euro a fronte di una media nazionale che raggiunge i 23.333,40 euro. In Puglia il Salento è quarto, seguito solo da Foggia e Bat. Il valore aggiunto pro-capite ha un trend in costante diminuzione fin dal 2008. Lecce si colloca nel 2013 al 95° posto. Quanto al reddito pro capite annuo, i salentini mediamente percepiscono 12.763 euro (penultimi in Puglia). La media regionale supera i 13.000 euro; lontanissimo il valore nazionale (17.307,20 euro). Nel biennio 2011-2012 il patrimonio delle famiglie leccesi ha registrato una contrazione del 3,3%, più alta di quella rilevata in Puglia (-2,4%) e a livello nazionale (-0,8%). Il patrimonio delle famiglie è concentrato nelle abitazioni (71,1%) molto più di quanto avvenga in Italia (60,3%); i valori mobiliari invece rappresentano appena il 9% (in Italia raggiungono il 18,6%).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati