Bellanova: ‘Dalla parte del Paisiello’

Roma. La sottosegretaria ha garantito il massimo impegno per sostenere le attività che non si piegano alla criminalità

ROMA – Più controlli e più agenti delle forze dell’ordine. Dopo l’attentato di ieri ai danni del bar Paisiello di Lecce, il secondo in tre mesi, Teresa Bellanova, sottosegretaria al Lavoro ha assicurato di farsi portavoce della necessità di tutelare gli sforzi degli esercizi commerciali che non intendono piegarsi al ricatto del malaffare. “Esprimo solidarietà ai gestori del Bar Paisiello per l’attentato incendiario subito la notte scorsa – ha dichiarato -. Un tristissimo remake, purtroppo, ai danni dell’esercizio commerciale leccese. Già nel dicembre scorso in occasione del primo attentato sono intervenuta chiedendo al Ministro dell’Interno il potenziamento di organico e mezzi delle forze dell’ordine per contenere l’escalation di atti criminosi sul territorio salentino”. “Gli esercizi commerciali e artigianali – ha aggiunto la deputata – vivono un momento di crisi molto dura, nonostante questo continuano a lottare, facendo enormi sacrifici pur di svolgere la propria attività. Ritengo sia doveroso essere dalla parte di chi non si piega alla criminalità, ecco perché appena rientrerò da Roma sarà mia cura recarmi presso il Bar Paisiello per avere un colloquio con queste persone e per trasmettere un chiaro segnale di vicinanza a tutti coloro che combattono per affermare la cultura della legalità. Nel frattempo mi adopererò per chiedere agli organi preposti notizie, aggiornamenti e sviluppi in merito”. Articolo correlato: Nuovo attentato al Paisiello

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!