Parco di Belloluogo. 'Nessun inquinante nelle acque'

Lecce. Dopo le analisi nel pozzo, la Asl scongiura ogni rischio per la salute dei cittadini

LECCE – Le acque del pozzo del parco di Bellolugo sono sicure. Gli accorgimenti a loro tempo proposti dal Comune di Lecce a tutela della salute pubblica sono stati utili e, allo stato attuale, non sono necessari ulteriori misure di cautela. L'ha scritto l'Asl di Lecce in una nota inviata al Comune di Lecce, alla Provincia, all'Arpa, al Servizio Ciclo dei Rifiuti e Bonifica della Regione e alla Procura della Repubblica. Il Comune di Lecce ha dunque finalmente ricevuto i chiarimenti richiesti al “Servizio Igiene e Sanità Pubblica, Dipartimento di Prevenzione” della Asl in merito alle analisi effettuate nelle acque del pozzo artesiano del parco, nei pressi dell’ex deposito di carburanti Apisem. La questione ha suscitato in passato non poca preoccupazione tra i cittadini, che ora possono tranquillizzarsi alla luce degli esiti negativi dei prelievi. Come si legge nella nota, ormai si ritengono superate ulteriori misure cautelative di inibizione dell'uso dell'acqua stessa, non essendoci dubbi sulla sua sicurezza. “Fermo restando tutto questo – ha commentato l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Gaetano Messuti -, l'Amministrazione comunale seguirà i suggerimenti dell'Asl di effettuare un ulteriore campionamento al fine di monitorare costantemente la situazione e di togliere in via definitiva ogni dubbio circa la presenza di inquinante MTBE nelle acque”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!