40 biciclette pieghevoli ai dipendenti regionali pendolari

Bari. Ieri la consegna da parte dell’assessore. Obiettivo: favorire l’intermodalità bici-treno-bus

BARI – Favorire la diffusione della pratica dell'intermodalità bici-treno-bus. A questo fine, l'assessore regionale alla Mobilità, Giovanni Giannini, ieri ha consegnato 40 biciclette pieghevoli, in comodato d'uso gratuito per un anno, ad altrettanti dipendenti regionali pendolari. I dipendenti maggiormente interessati sono quelli che devono raggiungere la nuova sede della Regione in via Gentile e che provengono dalla provincia utilizzando i treni o i bus regionali e che ora potranno trasportare la bici, del peso di 12 chili, sistemata nella relativa borsa per poi proseguire il tragitto in bicicletta per raggiungere la sede di lavoro. “Questo modello di intermodalità, molto in uso nel nord Europa – ha spiegato Giannini – migliorerà ulteriormente; ciò avverrà nel tempo e con l'uso da parte dei cittadini e, ancora, con la realizzazione della stazione ferroviaria di via Zuccararo nei pressi della Regione e prospiciente l'area di Torre Quetta sul lungomare di Bari”. “Con un'unica azione, di cui il progetto è stato già approvato in giunta – ha proseguito Giannini -, raggiungeremo più obbiettivi permettendo a chiunque di raggiungere gli uffici regionali utilizzando il treno, alleggerendo la viabilità cittadina e mettendo in campo una azione in favore dell'ambiente e dell'aria”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!