Presentato il progetto sulla mobilità sostenibile

Lecce. ‘Epa – environmental park’: Gabellone e Pacella hanno presentato Il progetto comunitario Per la mobilità sostenibile nei parchi

Lecce. Presentato a Palazzo Adorno il progetto comunitario “EPA – Environmental Park”, proposto nell’ambito del programma Interreg Grecia-Italia 2007-2013 e che coinvolge Provincia di Lecce (ente capofila), Provincia di Bari, Provincia di Brindisi, Region of Epirus, Region of Western Greece e Region of Ionian Islands. Ad presentare contenuti e finalità sono intervenuti il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e l’assessore provinciale al Turismo e Marketing territoriale Francesco Pacella. Erano presenti anche l’assessore all’Ambiente della Provincia di Bari Fabio Romito ed il dirigente del Servizio Politiche Comunitarie della Provincia di Lecce Carmelo Calamia. “EPA – Environmental Park” si prefigge l’obiettivo di valorizzare e promuovere le aree protette dei territori coinvolti nel progetto, attraverso l’uso sostenibile delle aree stesse e la destagionalizzazione del turismo. “E’ un progetto nato dalla collaborazione di realtà frontaliere di Italia e Grecia, che insieme hanno sperimentato il metodo della condivisione per portare alla luce questo risultato. Attraverso questa opera di concertazione intendiamo rilanciare e valorizzare le bellezze presenti nei nostri territori ed offrire un segmento importante che corrobora ed aumenta la nostra offerta turistica”, ha dichiarato il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone. Anche l’assessore provinciale al Turismo e Marketing territoriale Francesco Pacella ha posto l’accento sulle possibilità future del progetto, che “oltre a prefiggersi l’obiettivo di valorizzare e promuovere le aree protette, attraverso la mobilità sostenibile all’interno dei parchi, ha come finalità quella della sostenibilità, non solo come specifica commerciale in grado di caratterizzare alcune tipologie di consumo, quali ecoturismo, slow tourism, turismo naturalistico, ma anche come imperativo gestionale necessario per l’allargamento del ciclo di vita delle località turistiche e per la possibilità di offrire un prodotto in grado di soddisfare le aspettative dei turisti, sempre più sensibili alle caratteristiche della naturalità e genuinità dei prodotti”. Gli obiettivi specifici del progetto comunitario “EPA” sono: migliorare la fruibilità dei Parchi e delle Aree Protette presenti nei territori dei partner di progetto, attraverso la realizzazione di interventi infrastrutturali e la creazione di percorsi storico-archeologici; promuovere la mobilità sostenibile all’interno e tra le aree protette dei territori partner, attraverso l’acquisto di minibus a metano per il trasporto dai centri urbani alle aree protette e, attraverso l’uso della bicicletta, all’interno delle aree protette stesse. Il progetto prevede anche l’acquisto di veicoli elettrici alimentati da pannelli solari per la mobilità tra le aree. E’ prevista anche la realizzazione di un corso di formazione destinato a guide e istruttori subacquei per l’immersione dei non vedenti. Il corso sarà organizzato dall’Area Marina Protetta “Porto Cesareo” e destinato ai diving center situati nelle zone delle Aree Protette (tutte costiere), e verrà replicato dalla Regione delle Isole Ionie. Attraverso il progetto EPA si realizzeranno una serie di azioni ed interventi volti a promuovere e valorizzare le Aree ed i Parchi naturali presenti nel territorio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!