Bellanova, ‘lesa la figura del Presidente della Repubblica’

Roma. Teresa Bellanova scrive al ministro dell’Interno per segnalare il caso del giornale ‘Specchio’ di Calimera che in un articolo parla di Giorgio Napolitano.

Roma. L’onorevole Bellanova scrive al ministro dell’Interno. Motivo del contendere un giornale uscito durante le festività natalizie a Martano, dove ‘Specchio’ – così si chiama il giornale – prende di mira niente meno che Giorgio Napolitan “L’articolo è titolato “Quando l’ideologia illiberale sui moderati prevale” – Scrive Bellanova – e al secondo capoverso “al colle siede uno stragista comunista, che coi sovietici con orgoglio si schierò”; “Il direttore responsabile del giornale Specchio 2014 è il sig. Luigi Mazzei che attualmente svolge la funzione di capo di gabinetto del Presidente della Provincia di Lecce. Tale funzione istituzionale, come riportato chiaramente sul sito della Provincia di Lecce, consta nell'attività di “assistenza al Presidente nell'esercizio delle sue funzioni, ne supporta l'attività istituzionale e di rappresentanza, assicurando il collegamento con le strutture interne e gli enti esterni pubblici e privati. Ha compiti di monitoraggio, di impulso dell'attività amministrativa e di raccordo tra le funzioni di indirizzo del Presidente e le attività dei Settori. Assolve, inoltre, ai compiti affidatigli dal Presidente della Provincia per la realizzazione degli obiettivi strategici”. L'articolo citato

“Fatto salvo il diritto di satira l’interrogante ritiene – conclude – però, la frase sopra citata altamente lesiva nei confronti del Capo dello Stato e, fatto ancor più grave, se ad avallarla nella sua pubblicazione è una figura che ricopre un incarico istituzionale pubblico come il capo di gabinetto di un ente pubblico; quali iniziative il Ministro interrogato intenda assumere in questa vicenda che vede coinvolta e lesa la figura del Presidente della Repubblica”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!