Alla scoperta degli antichi mestieri

Casamassella. Saranno presentati domani i risultati del corso finanziato dalla Regione per ‘Addetto alla tessitura’.

Casamassella. Domani alle ore 11.00, presso la Fondazione Le Costantine di Casamassella, si terrà un incontro per discutere i risultati del corso “Addetto alla tessitura”, progettato dalla Regione Puglia nell’ambito del P.O. Puglia FSE 2007- 2013 Asse II – Occupabilità – “Interventi per sostenere l’accesso delle donne nel mercato del lavoro”. Il corso ha voluto promuovere un percorso di valorizzazione e recupero di uno dei mestieri più praticati dalle donne di un tempo, quello della tessitura, assicurando gli strumenti e le competenze tecniche e pratiche necessarie, incluse quelle che favoriscono i processi di micro – imprese artigiane. La formazione di figure professionali per il rilancio degli antichi mestieri è fondamentale per favorire lo scambio generazionale ed evitare la scomparsa delle maestre artigiane capaci di tramandare l’arte. A relazionare sugli obiettivi raggiunti, sulle prospettive occupazionali e sulla trasmissione degli antichi mestieri con rilettura in chiave moderna, ci saranno: Ernesto Toma, Assessore alla Formazione della Provincia di Lecce, Maria Cristina Rizzo, Presidente Fondazione “ Le Costantine”, Filomena D’Antini Solero, Assessore Provinciale Politiche Sociali, Pari Opportunità, Serenella Molendini, Consigliera Regionale di Parità, Sabrina Sansonetti, già Presidente InnovaPuglia, Elisabetta Bedori, Organizzatrice “ Lecce Fashion Weekend”. Si potrà visitare il laboratorio di tessitura della Fondazione, con i telai a quattro licci e approfittare dello sconto del 20% su tutta la produzione artigianale in occasione dello shopping natalizio, fino al 7 gennaio: tappeti, preziosi arazzi, borse e stole, coperte di lana pregiata, asciugamani, tovaglie, copriletto esclusivi e sciarpe in cashmere, realizzati con fibre e colori naturali o con tinture vegetali, con vecchi motivi tradizionali o con disegni più attuali. La Fondazione sarà aperta da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 e le domeniche dalle 9.00 alle 13.00.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment