Ginnastica, Morciano campione d’Italia

Civitavecchia. Luciano Morciano della Tomsport di Casarano si porta a casa l’oro agli anelli e parallele

Civitavecchia. Domenica si è svolto, presso il palazzetto dello sport, il Campionato Italiano di Specialità juniores di Ginnastica Artistica maschile, il ginnasta Luciano Morciano della a.s.d. Tomsport di Casarano incassa l’oro agli Anelli e Parallele classificandosi al primo posto ai due attrezzi. L’ impresa di Morciano riveste importanza storica in quanto mai nella storia della ginnastica salentina un ginnasta aveva raggiunto tale risultato. E’ la prima volta che un ginnasta della Provincia di Lecce conquista nella Ginnastica Artistica Maschile un traguardo così importante Il ginnasta Morciano dopo aver vinto il campionato regionale a Bari, è riuscito nell’appuntamento più importante di Civitavecchia: ha vinto il primo posto con punti 12,60 agli Anelli e alle Parallele sbaragliando ben 30 concorrenti agli anelli e 45 alle parallele provenienti da tutta Italia. Il suo esercizio agli anelli e alle parallele ha strappato molti applausi dal pubblico attento e competente durante la manifestazione. Grande è stata la soddisfazione del presidente Natascia Toma che afferma “ siamo la storia della ginnastica artistica nel Salento e vogliamo continuare a regalare nuove emozioni alla nostra gente”. e degli allenatori Prof. Tommaso Toma e Bleve Jonni che hanno visto gratificare ancora una volta il lavoro meticoloso svolto in questi anni. Dalla Scuola dell’a.s.d. Tomsport , nell’arco di tutti questi anni numerosi sono stati i ginnasti di valore che si sono distinti a livello nazionale , a cominciare da Di Paola,a Licchetta Serena , a Bleve Jonni e adesso è toccato a Luciano Morciano ,ginnasta molto forte di soli 17 anni. La ginnastica artistica è una disciplina molto difficile che ha bisogno di impianti adeguati, di istruttori competenti e soprattutto di ginnasti molto forti e motivati. Il ginnasta Tricasino è aiutato in questa sua passione dai genitori che da sette anni per tutto l’anno, lo portano a Casarano dove si allena per 3 ore al giorno. Quando la volontà non fa difetto e vi si aggiunge una buona dose di predisposizione si raggiungono veramente traguardi insperati.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!