Pesistica, 15 atleti salentini in gara

Lecce. Saranno in 15 i salentini nella categoria esordienti a partecipare alle finali nazionali di pesistica

Lecce. Sono partiti oggi per Malpensa (Milano) i giovani pesisti salentini che sabato e domenica prossimi saranno impegnati nelle Finali nazionali dei Campionati Italiani Esordienti. Quindici gli atleti in gara, in rappresentanza di 4 società salentine. In particolare, tesserati per la “Pesistica” di Aradeo e accompagnati dal tecnico Gae-tano Martiriggiano, sono Antonio Resta (cat. 62kg), Benedetto Minerba e Gabriel Sciumbarruto (cat. 94kg) e Alessia Rizzo (cat. 69kg). Da Copertino, a difendere i co-lori della “Body’s Training”, sotto la guida tecnica del maestro Franco Alemanno, sono partiti Alex De Pascalis (cat. 56kg), Giulio Esposito (cat. 69kg), Christian Giuda (cat. 85kg), Federico Aprile e Giovanni Russo (cat. +94kg), Giorgia Frisenda (cat. 69kg) e Mariadenise Martina (cat. +69kg). In pedana saliranno, anche, Francesca Attanasio (cat. 48kg), Natalia Chiara (cat. 53kg), Azzurra Lanzinotti (cat. 69kg), tesserate con l’Asd “Atletica Veneziano” e alle-nate da Clementina Veneziano. Infine, all'esordio in una competizione nazionale, anche una società di Noha, l’Asd “Phisica”, con l'atleta Clara Linciano (cat. +69kg) accompagnata dalla mamma allenatrice Cinzia Licci. L’elevato numero di pesisti che hanno conquistato il diritto a partecipare alle Finali nazionali, unito alla concreta possibilità per molti di loro di salire sul podio, testi-moniano ancora una volta la vitalità del movimento della Pesistica nella provincia di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!