Omicidio Lezzi, dieci anni a De Carlo

Taurisano. E’ stato condannato a oltre 10 anni di reclusione per concorso anomalo nell’omicidio di Marco Lezzi nel 2004

Taurisano. La condanna è di oltre 10 anni reclusione. Vito Daniele De Carlo, 29 anni, di San Cesario di Lecce ma residente a Taurisano, è stato arrestato dalla Giudiziaria del Commissariato di Polizia di Taurisano, in esecuzione dell’Ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Lecce. L’uomo, nipote dello boss della sacra corona unita Giovanni Maiorano, venne assolto in primo grado dall’accusa di omicidio e condannato solo per detenzione di armi ad un anno e tre mesi di reclusione, nel febbraio 2010 è stato condannato dalla Corte d’Appello di Lecce alla pena principale di quindici anni e undici mesi di reclusione per concorso anomalo nell’omicidio di Marco Lezzi, avvenuto in piazza della Repubblica a San Cesario la sera del 14 marzo del 2004. L’omicidio sarebbe avvenuto a seguito dei contrasti tra due diversi gruppi di San Cesario e San Donato. Per l’omicidio è stato condannato anche Sandro Cristofalo, ritenuto l’esecutore materiale, alla pena di 30 anni di reclusione, nonché Federico Perrone, condannato a sedici anni in primo grado ridotti poi a otto in appello, e Luca Conte alla pena di tre anni e due mesi per favoreggiamento.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!