Scelta obbligata per i lavoratori Filanto

Dopo due ore di discussione i 467 dipendenti hanno deciso di firmare l’atto di transazione con l’azienda

Casarano. L’assemblea convocata ieri per i lavoratori Filanto dice si. Due ore cariche nell’auditorium del comune di Casarano, si è discusso molto, i sindacati hanno cercato di trovare la quadra ad una situazione per a semplice, i 467 dipendenti firmeranno l’atto transattivo con l’azienda. In sostanza gli operai attingeranno al minimo sindacale per la copertura economica, rischio calcolato, visto che Tomaificio, Zodiaco e Tecno Suole non possiedono ormai più a, sono state svuotate, almeno stando alla spiegazione dei sindacati, quindi agire per vie legali sarebbe stato un rischio troppo alto. Intanto l’azienda si è impegnata a versare un anticipo di mille euro ciascuno a fine mese, e a rimborsare ciascuna delle mensilità perse per una cifra di 400 euro ogni mese. L’intero importo sarà diviso da dicembre di quest’anno fino al maggio 2014. Le posizioni contributive saranno coperte poi con un calcolo basato sul minimo salariale. L’accordo siglato potrebbe essere l’anticamera per un tavolo ministeriale che possa poi autorizzare una cassa integrazione con effetto retroattivo. Rimane una certezza, quanto versato fin ora da Filograna ai suoi dipendenti non ripiana il debito contratto nei loro confronti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!