Festival dell'Innovazione, si parte

SPECIALE FESTIVAL DELL'INNOVAZIONE// GUARDA I VIDEO. Bari. Tre giorni di ritorno al futuro. Ed il cuore di Bari cambia volto. La ricerca, le idee, il fermento scendono in piazza e per strada. Tutti sono invitati

BARI – Bari, piazza Mercantile, ore 10. E' l'appuntamento con il futuro. Il Festival dell'Innovazione 2013 ha preso ufficialmente il via. In una piazza “connessa” e gremita di persone interessate a vedere ed a toccare con mano i progressi della scienza e della ricerca. E' la reazione, convinta e convincente, di una città che non si rassegna alla violenza degli omicidi di mafia, che si butta alle spalle i terribili fatti di sangue dei giorni scorsi e guarda avanti. Nelle vie del centro storico, per anni regno quasi incontrastato di una criminalità violenta e radicata, si fa strada la modernità del Festival dell'innovazione, con l'invito rivolto ai pugliesi di “connettersi al futuro”.

Festival Innovazione

I saluti delle istituzioni. Al microfono Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia

Festival Innovazione

La manifestazione si è aperta con i saluti di Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, Eva Milella, presidente Arti, Michele Emiliano, sindaco di Bari, ed Alessandro Ambrosi, presidente della Camera di commercio di Bari. Vendola ha sottolineato l'importanza dell'innovazione ed il suo potere di cambiare realmente la realtà. “I rifiuti – ha detto guardando al settore ambiente, di grande attualità – non devono essere considerati solo rifiuti, devono essere sempre più materia prima”. “Innovazione non è solo bit – ha aggiunto -. È anche immaginare la riqualificazione delle città”. La presidente di Arti Puglia Milella ha invece sottolineato come l'innovazione sia “frutto di fantasia, di ricerca, di divulgazione, di passione”. Intanto sul palco, è appena iniziato il talk condotto dal giornalista Rai e blogger Lino Bruno su “La quinta rivoluzione industriale tra artigianato digitale e innovazione del Made in Italy“. Si confronteranno sul tema Renato Soru, presidente e AD di Tiscali; Alessandro Sannino, CEO di Gelesis e docente dell’Università del Salento; Davide Gomba, cofondatore di FabLab. 22 maggio 2013 Innovazione? A Bari è Festival BARI – L’ora X è finalmente arrivata. Ed il centro storico di Bari si prepara a cambiare volto, strizzando l’occhio al futuro. Da oggi al 24 maggio, infatti, il capoluogo pugliese ospiterà il Festival dell’Innovazione 2013, che torna con una formula tutta nuova, in cui i partecipanti sono protagonisti nella costruzione della manifestazione. Il Festival dell’Innovazione, alla sua terza edizione, si evolve e quest’anno si propone non solo come una vetrina delle innovazioni, ma soprattutto come uno spazio aperto allo scambio di esperienze: un laboratorio poco strutturato in cui le esperienze sono portate sia dagli attori tradizionali del Sistema Innovativo Regionale, sia dal pubblico più ampio. Non una fiera, ma un evento composito, che coinvolge il cuore pulsante di Bari, il borgo antico e il centro murattiano. Al Festival non si va per vedere, ma per partecipare, confrontando idee, visioni, esperienze. L’innovazione dai laboratori scende per strada, incontra i giovani, i cittadini e agisce su tutti gli ambiti della vita quotidiana. Anche per questo i temi della manifestazione sono trasversali, con un’unica concessione ad un tema “verticale”, quello dell’energia e del risparmio energetico, che per molti versi caratterizza l’esperienza pugliese nel contesto nazionale e mondiale in maniera assolutamente precipua. Ecco i cinque temi su cui si costruisce l’edizione 2013 del Festival dell’Innovazione: Economia della conoscenza: il circuito ricerca-impresa-finanza-amministrazione pubblica Made in Italy hi-tech: smart specialization, innovazione nei settori innovativi e tradizionali, distretti, reti, cluster Energia-Energie: il modello pugliese e oltre Il fattore umano: empowerment e autoimprenditorialità, innovazione della formazione Smart&Social: smart cities, innovazione sociale, collaborazione, comunicazione innovativa, web 3.0 Pubbliche amministrazioni, giovani, studenti, ricercatori, imprenditori, startupper, investitori, innovatori: tutti saranno protagonisti del Festival dell’Innovazione 2013, una manifestazione divertente e coinvolgente in cui scienza, società, ricerca e impresa dialogano tra loro. E buon ritorno al futuro a tutti. Articolo correlato: Festival dell'Innovazione: domani si parte

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!