Furto in profumeria. 20enne ci ricasca

Gallipoli. Prima ha fatto distrarre il titolare; poi ha sottratto delle banconote dal registratore di cassa

GALLIPOLI – Probabilmente non aveva fatto caso alle telecamere del sistema di video sorveglianza oppure confidava sul fatto di non essere riconosciuto, indossando un paio di occhiali da sole ed un berretto. Sta di fatto che a C.D., 20 anni, quei mancati accorgimenti sono valsi una nuova denuncia per furto con destrezza. Il giovane gallipolino era, infatti, già noto agli agenti del locale Commissariato, avendo precedenti per reati specifici. La mattina del 3 aprile scorso, l’uomo, entrato un paio di volte in una profumeria di corso Roma, con la scusa di essere interessato ad acquistare prodotti collocati nella parte più alta dello scaffale, ha costretto il titolare a voltargli le spalle. In tale frangente, allungando il braccio al là del bancone, ha sottratto dalla cassa alcune banconote di piccolo taglio. Quindi, impossessatosi del denaro, si è allontanato senza acquistare a. Insospettito dall’atteggiamento del giovane, il titolare dell’esercizio ha verificato il contenuto del cassetto del registratore di cassa, accorgendosi della sparizione di una piccola somma di denaro, non superiore alle 50 euro. Da qui la denuncia dell’episodio ai poliziotti del Commissariato che, visionate le immagini messe a disposizione dal commerciante, sono riusciti ad identificare l’autore del furto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment