Operazione Clean Up. Tutti al mare con Suburban

LA STORIA DELLA DOMENICA. Melendugno. Come trascorrere il primo week end di primavera nel Salento? Pulendo il mare. E come sennò?

MELENDUGNO – Pulizie di primavera sulle coste salentine. Siamo a San Foca, sul versante adriatico, in un’oasi di benessere e di pace, località ‘Li Marangi’. La sabbia è chiara e gli scogli vicini. Il programma della giornata non prevede qualche ora di relax sotto il sole tiepido di questo periodo. Tutt’altro: fare pulizia. Oggi i ragazzi dell'associazione Suburban uniscono la loro voce a quella dell’iniziativa mondiale Surfrider Foundation, per dire no all’inquinamento marino. Parole d’ordine: irrinunciabile amore per il mare e anima green!

Suburban

La Suburban è un’associazione leccese dedita alla promozione degli sport da tavola e oggi partecipa a “Initiatives Oceanes”, il più grande avvenimento europeo di mobilitazione cittadina a sostegno dell'eco-sostenibilità. In terra salentina l'appuntamento apre simbolicamente la nuova stagione e permette di pulire, preservare e rivalutare gli spot (in gergo i siti dove è possibile fare surf) delle nostre coste. Soci e volontari daranno il loro contributo per dare il via alla pulizia delle spiagge dei Comuni di Melendugno e Lecce. Un modo per sensibilizzare l’opinione pubblica e soprattutto per far capire ai più giovani che il rispetto dell’ambiente richiede la collaborazione di tutti i cittadini, nessuno escluso. Dopo il pranzo al sacco ci si sposterà da San Foca verso San Cataldo, appuntamento all’Ostello della Gioventù, per continuare le attività. Suburban provvederà a fornire tutto il materiale necessario per operare in sicurezza. Sarà così possibile prendere coscienza dell’impatto che l’inquinamento ha sul pianeta e dimostrare che l’uomo è in grado di ridurlo. L’ambizione è riuscire a replicare il grande successo che l’iniziativa ha riscosso nel 2010, quando, durante la 15esima edizione della pulizia delle spiagge, si è registrata una mobilitazione record: l’operazione ha coinvolto oltre 40mila persone provenienti da 34 Paesi, permettendo di raccogliere 4900 metri cubi di rifiuti, l'equivalente di ben 50 Tir.

Suburban

Carlo Morelli, vicepresidente dell’associazione Suburban, ci racconta più da vicino lo spirito di questa e di altre iniziative intraprese. Come nasce l'iniziativa? “L’iniziativa nasce allo scopo di dar voce, per la prima volta nel Salento con una nuova modalità, alla lotta contro l’inquinamento marino, tema molto caro a tutti i surfisti, ed in genere a tutti gli amanti del mare. Suburban aderisce a questa iniziativa mondiale promossa da Surfrider Foundation, una fondazione che a livello mondiale raggruppa i fondi messi a disposizione da tutte quelle grandi aziende che adottano sistemi di produzione ecologicamente ed eticamente compatibili, e li utilizza per promuovere campagne di sensibilizzazione al tema dell’inquinamento, e nello specifico dei mari, dei laghi e dei fiumi. La ormai famosa ‘Clean–up’ è una di queste iniziative.” Chi aderisce a Suburban? “Suburban è composta da surfisti, windsurfisti, skaters, e riders in genere: da tutti coloro, insomma, che nutrono una sana e sfrenata passione per gli sport da tavola. Il Salento è una magnifica terra, purtroppo noi salentini la sappiamo sfruttare solo per una sua piccola parte: abbiamo molti chilometri di costa che vengono presi d’assalto solo nel periodo estivo. E quando tutti ritornano nelle loro case a settembre, con l’arrivo del periodo autunnale, entriamo in azione noi, vivendo luoghi, momenti e situazioni indimenticabili e lontane dagli occhi di tutti. Suburban, con le sue scuole di surf, windsurf, skate e con l’organizzazione di eventi incentrati su questi temi, vuole cercare di trasmettere questo concetto a tutti i salentini: il rispetto dei luoghi, delle persone e delle sane regole sportive. Ci impegniamo a costruire una sorta di ponte tra la spiaggia (vissuta a tutto tondo) e la città”. Partecipano all’iniziativa anche altre associazioni? “Partner da sempre a fianco di Suburban è Uisp Lecce, che sin dall’inizio ha creduto in noi dandoci tutto il sostegno di cui avevamo bisogno e pubblicizzando i nostri eventi e le nostre iniziative “ Quali altre iniziative solitamente organizzate? E con quali risultati? “Oltre ad organizzare la pulizia delle spiagge, che ogni anno raccoglie sempre più consensi e volontari, la nostra associazione organizza le scuole di surf, windsurf, skate, campi estivi per bimbi e ragazzi, eventi di promozione degli sport da tavola a livello nazionale, come i passati ‘On the flow’, ‘Sun Foca core fest’, e aderisce inoltre alla famosissima giornata mondiale dello skate che si tiene ogni 21 giugno dal nome ‘Go skate day’. Tutte queste iniziative hanno faticato molto all’inizio per guadagnarsi la partecipazione del pubblico, soprattutto dei piccoli accompagnati dai genitori. Ma ora possiamo dire di essere abbastanza conosciuti nella nostra città, tanto da suscitare emozionanti attese in tutti coloro che ormai da anni ci seguono e ci incoraggiano” Ottenete qualche aiuto da Enti pubblici? “Nonostante la fatica nell’avere oggi rapporti con le istituzioni pubbliche, ci sentiamo di dover ringraziare, di vero cuore, quelle realtà istituzionali che si sono sempre messe a disposizione e hanno supportato la nostra causa: il Comune di Lecce ed il Comune di Melendugno”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!