Molestava giovani donne per strade. Ai domiciliari

Copertino. Si fermava su piazzole di sosta per masturbarsi al passaggio delle sue vittime. 31enne in arresto

COPERTINO – Le avrebbe letteralmente perseguitate per tre mesi. Studiando il percorso che facevano per tornare a casa dal lavoro. Ed aspettandole, lungo la strada, per poi darsi ad atti sessuali in loro presenza. Questa mattina i carabinieri del Nucleo Operativo di Maglie, e quelli della Stazione di Corigliano D’Otranto, hanno arrestato e posto ai domiciliari un 31enne di Copertino, Giovanni Antonio Greco, operaio, con precedenti penali. Tra agosto ed ottobre 2012 sarebbe stato autore di atti di persecuzione sessuale nei confronti di alcune ragazze che, piombate in uno stato di grave ansia, alla fine hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri e denunciare le violenze subìte. Greco avrebbe individuato le sue vittime sul luogo di lavoro ed avrebbe iniziato a seguirle, con continui appostamenti, fino a casa. Una volta conosciuta la strada che le ragazze erano solite percorrere, avrebbe preparato gli “agguati”, fermandosi su piazzole di sosta lungo la carreggiata e masturbandosi, fuori dall’auto, completamente nudo, al loro passaggio. L’ordinanza di misura cautelare è stata emessa dal gip Vincenzo Brancato su richiesta della pm Roberta Licci.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!