Monti a Taurisano. Il ‘benvenuto’ di Forza Nuova

Taurisano. Nuovo atto dimostrativo del movimento politico. Stavolta il bersaglio è il premier uscente, candidato alle Politiche del 24 e 25

TAURISANO – Non si è fatto di certo attendere il “benvenuto” di Forza Nuova al presidente del Consiglio Mario Monti, candidato premier. È, infatti, prevista per oggi la presenza del professore in città: intorno alle ore 10:00, il presidente del consiglio uscente è atteso presso il salumificio “Scarlino” al fianco del candidato alla Camera Antonio Scarlino. E proprio a Taurisano, in piazza Castello, sono stati trovati in mattinata uno striscione con sopra scritto “Gli imprenditori con il professore, agli operai la disoccupazione” e due manichini, simbolicamente impiccati, che spiegano il motivo della loro morte: su un foglio si legge “Luca, 31 anni, laureato, precario, suicida per disperazione”; sull’altro “Giuseppe, 52 anni, disoccupato, suicida per disperazione”.

Luca Forza Nuova
Giuseppe Forza Nuova

Il significato di quest’azione viene direttamente spiegato in una nota del movimento politico. “Questa nostra azione – si legge – vuole ancora una volta mettere in guardia tutti i cittadini su quella che è la situazione politica italiana. Infatti, al pari di Berlusconi e Bersani, del Pde del Pdl, Monti e la sua ‘Scelta civica’, questo grande centro che si è venuto a formare in occasione delle elezioni politiche, non possono assolutamente rappresentare la soluzione alla grave condizione cui versa il nostro Paese”. “Non solo Monti non può rappresentare la soluzione – aggiungono da Forza Nuova – ma è parte integrante del problema: oltre ad aver dimostrato personalmente nel suo operato di cosa sia capace (basti pensare al vertiginoso aumento della pressione fiscale, al peggioramento della crisi dell’economica reale con il continuo fallimento delle piccole e medie imprese, l’aumento di disoccupazione e precariato, l’introduzione dell’Imu anche sulla prima casa, l’indifferenza assoluta nei confronti dei costi della politica, delle continue delocalizzazioni, i tagli alla sanità) il tecnico/professore è espressione di quei poteri finanziari che hanno speculato e continuano a speculare sulla nostra nazione, riducendoci giorno dopo giorno in miseria e povertà. E proprio per questo Forza Nuova ha presentato un esposto presso la procura di Trani con la richiesta di aprire un’indagine contro Monti, a proposito del bonifico di circa 3 miliardi di euro effettuato dal Ministero del Tesoro a favore di Morgan Stanley nel gennaio del 2012”. “Imprenditori costretti a far cessare la propria attività – prosegue la nota -, operai costretti al precariato e alla disoccupazione. I suicidi di dipendenti e datori di lavoro, di qualsiasi generazione, sono terribilmente aumentati negli ultimi mesi a causa della disperazione e della mancanza di fiducia nel futuro che attanaglia ormai tutte le generazioni”. “Per tutto questo – concludono da Forza Nuova – non ci spieghiamo come possa la grande imprenditoria Italiana, che tramite Confindustria ha ideato e realizzato la lista ‘Scelta Civica’, vedere proprio in Monti il leader che possa farli uscire dalla crisi che colpisce praticamente ormai tutti i mercati, quello alimentare compreso. Per un periodo Berlusconi, ora Monti. Che siano perennemente colpiti dalla sindrome di Stoccolma”?

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!